Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Libertas, vittoria e tanti sorrisi. Tartamella top-scorer, protagonisti anche 2003 e 2004

La vittoria contro i giovani dell’Orlandina Lab è stata netta e già la partenza dei locali per 7 a 0 ha fatto chiarire meglio le cose. Senza l’esperto “centrone” quasi tutti palloni del gioco...

domenica 1 dicembre 2019

Libertas, vittoria e tanti sorrisi. Tartamella top-scorer, protagonisti anche 2003 e 2004

Alcamo – Finalmente ritornano i sorrisi in casa Libertas anche se non pare volersi fermare la lunga sequela di infortuni e intoppi che tormentano la squadra quasi dall’inizio di stagione: a dare forfait è stato stavolta il capitano Andrè, per un’infiammazione plantare, che è rimasto ai bordi del parquet assieme a Fathallah.

La vittoria contro i giovani dell’Orlandina Lab (un 2000, quattro 2002 e sei 2003) è stata comunque netta e già la partenza dei locali per 7 a 0 ha fatto chiarire meglio le cose. Senza l’esperto “centrone” quasi tutti palloni del gioco interno sono passati dalle mani del diciannovenne Lorenzo Tartamella che, anche con un percorso netto nei liberi, è stato con 23 punti il top scorer del match.

Alcamo, con una media di quasi 25 punti a quarto, ha sfiorato quota 100 ma l’Orlandina Lab ha dimostrato di essere cresciuta rispetto alle “scoppole” delle prime giornate. I ragazzi di coach Brugnone hanno giocato secondo le loro possibilità anche se hanno perduto strada facendo Longo per una lussazione scapolo-omerale: necessario l’intervento dello staff medico alcamese guidato dal dott. Murgolo e la manovra di manipolazione espletata da direttore di FisioMedica, Domenico D’Angelo.

I sorrisi in casa Libertas non hanno riguardato soltanto la netta vittoria e il bottino di Tartamella ma anche le prestazioni di due calatafimesi, Accardo (2001) e Adamo (2003), e del 2004 Cusumano: insieme hanno dimostrato, assieme al resto del settore giovanile, di potere rappresentare il futuro del club cestistico alcamese. Soddisfazione anche per la netta crescita di Genovese e per l’intensità di Audno capace di catturare rimbalzi, recuperare palloni e realizzare tiri liberi.

A proposito di tiri liberi, le due squadre li hanno tirati con percentuali stratosferiche: 41 su 45 il dato complessivo delle due squadre. Ben undici triple (7 per i locali e 4 per gli ospiti) hanno poi contribuito ad incrementare lo spettacolo di un gioco veloce e piacevole. Insomma un match che è servito a far ritrovare fiducia ai ragazzi di coach Torriero e al contempo a far rifiatare, in vista della terribile trasferta di Comiso, chi finora aveva tirato a lungo la carretta.

LIBERTAS – ORLANDINA LAB 98 – 72 (26-18, 25-16 [51-24], 26-17 [77-51], 21-21 [98-72])

ALCAMO: Genovese 4, Giusti 8, Audino 5, Tagliareni 6, Bruno 14, Cusumano 4, André ne, Butera 8, Tartamella 23, Accardo 7, Adamo 2, Dragna 17. Coach: Torriero.

CAPO D’ORLANDO: Starvaggi S. 3, Raví 15, Lo Iacono 7, Triassi 9, Starvaggi M. 2, Klanskis 19, Longo, Carini 6, Manera G., Manera R., Dore 11. Coach: Brugnone


sabato 30 novembre 2019

Libertas, d’obbligo riprendere a vincere e risalire la china

Alcamo – Un ultimo scorcio di girone di andata in cui la Libertas, a partire da domani con il “fanalino di coda” e poi a Comiso, dovrà effettivamente capire “cosa vorrà fare da grande”. Le prime nove giornate, inutile negarlo, sono andate in controtendenza rispetto alle previsioni della vigilia anche se spesso la ruota degli infortuni ha sempre girato contro. Il tempo delle attenuanti e delle recriminazioni, comunque, è praticamente scaduto e, a poche giornate dal giro di boa e seppure con la perdurante assenza di Fathallah, bisogna ritornare alla vittoria.

Il calendario offre la soluzione migliore per interrompere la striscia di sconfitte consecutive ma l’Orlandina Lab, ancora ferma al palo, nell’ultimo match ha creato qualche grattacapo alla super-corazzata Ragusa. I giovani paladini, rispetto alla scorsa stagione, hanno cambiato tantissimo e si sono ulteriormente ringiovaniti. Sono rimasti in due a trovare con una certa continuità la via del canestro, Ravì e Klanskis.

Alcamo arriva all’appuntamento di domani, oltre all’assenza di Fathallah, con il giovanissimo Adamo fermo ai box e con Ciccio Genovese ancora lontanissimo dal suo standard. Per il resto la squadra ha faticato bene in settimana ed ha risposto nel migliore dei modi alle sollecitazioni dello staff tecnico e dei massimi dirigenti Paglino e Chimenti.

Insomma con l’Orlandina Lab è d’obbligo non soltanto la vittoria ma anche una prestazione convincente e magari anche un po’ di spettacolo. Si preparerebbe così nel migliore dei modi la lunghissima e terribile trasferta sul parquet della rivelazione Olympia Comiso. In quell’occasione si dovrebbe finalmente rivedere in campo un organico al gran completo.

pronta

azione di gara

Butera

12

views:
184
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
La vittoria contro i giovani dell’Orlandina Lab è stata netta e già la partenza dei locali per 7 a 0 ha fatto chiarire meglio le cose. Senza l’esperto “centrone” quasi tutti palloni del gioco...
MarsalaLive