Sindaco - Di Girolamo

Marsala, sorpresi dai Carabinieri a rubare in un chiosco del Lungomare Boeo: 2 arresti

Nell’autovettura i militari dell’Arma hanno rinvenuto diversi arnesi atti allo scasso, successivamente sottoposti a sequestro. Estendendo, altresì, la perquisizione presso l’abitazione della...

Marsala – Settimana intensa per la Compagnia Carabinieri di Marsala sotto il profilo della prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio. Infatti, sono stati 2 gli arresti compiuti dall’Arma per furto aggravato.

Nello specifico, ad essere sorpresi in flagranza di reato nel corso dei sempre più intensi servizi di controllo del territorio – rafforzati anche in virtù dell’approssimarsi delle festività natalizie – sono stati GUSMANO Maria Vita classe ‘82 ed il quindicenne F.S..

In particolare, una pattuglia della Sezione Radiomobile, nel transitare nei pressi del Lungomare Boeo, notava un giovane che – allontanandosi velocemente da un chiosco ivi ubicato – trascinava un grosso sacco nero, caricandolo successivamente su un’auto parcheggiata a pochi metri di distanza.

Insospettiti da tale comportamento, i militari decidevano di approfondire il controllo avvicinandosi al ragazzo il quale, alla vista dei Carabinieri, si dava alla fuga venendo tuttavia bloccato dopo un breve inseguimento. Contestualmente, un’altra pattuglia giunta sul posto, riusciva a bloccare la GUSMANO Maria Vita mentre la stessa cercava di allontanarsi dall’autovettura a bordo della quale – successivamente – i militari dell’Arma hanno rinvenuto diversi sacchi neri contenenti svariati giochi per bambini oltre a cibi e bevande, i quali erano appena stati asportati – previa effrazione della saracinesca – dal chiosco ubicato sul lungomare.

Nell’autovettura, inoltre, i militari dell’Arma hanno rinvenuto diversi arnesi atti allo scasso, successivamente sottoposti a sequestro. Estendendo, altresì, la perquisizione presso l’abitazione della GUSMANO, i Carabinieri hanno trovato diversi utensili, tra cui un trapano, un decespugliatore ed uno sparachiodi, asportati in precedenza sempre dal medesimo chiosco.

Tutta la refurtiva recuperata – del valore di circa 1000 euro – è stata restituita al legittimo proprietario. I due soggetti fermati, accompagnati presso la Compagnia Carabinieri “Silvio Mirarchi”, al termine delle formalità di rito, sono stati dichiarati in stato di arresto per furto aggravato. F.S. – quindi – è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza per minorenni di Palermo in attesa dell’udienza di convalida, mentre per la GUSMANO – all’esito del rito direttissimo tenutosi nella mattinata di mercoledì – è stata disposta dal Giudice del Tribunale di Marsala la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria, oltre all’obbligo di dimora nel Comune di Marsala con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione nelle ore serali e notturne.

views:
1282
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive