Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Libertas, forza mentale e approccio agonistico premiano Gela

Vittoria meritata per i ragazzi di Bernardo e magari anche pronosticabile a causa delle assenze in casa Alcamo. Gela, comunque, era pur sempre terzultima con la terza peggiore difesa...

L’inizio rabbioso di Gela e molle della Libertas segna il match

Gela comincia con rabbia per riscattare la netta sconfitta di Acireale e Alcamo scende in campo senza mordente. Si tocca un 35-16 che lascia sbalorditi ma che ha anche una seria attenuante, le assenze di due pedine cardine, Andrè e Giusti, sulle quali il quintetto alcamese “cuce” gran parte del suo gioco. Poi comincia la rimonta ma é troppo tardi e Gela vince meritatamente ridimensionando, per l’ennesima volta, le ambizioni della Libertas.

Pronti via e i padroni di casa mettono sul parquet rabbia, grinta e precisione al tiro. In men che non si dica il quintetto di Bernardo si trova avanti per 8 a 0. Cambia poco da qui e fino al termine del primo periodo ed anzi la forbice cresce ancora grazie soprattutto a una difesa che concede ben 25 punti in dieci minuti. Si riprende dopo il primo mini-intervallo e la musica non cambia. Coach Ferrara, a ragione, si inviperisce di fronte ai suoi ragazzi che sembrano essere assenti e fuori dallo spirito agonistico. Si tocca un poco commentabile 35 – 16 quando finalmente Alcamo, al sesto del terzo periodo, accende la luce. Prima un break di 8 a 0 che poi diventa di 16 – 5.

Terzo periodo in grande equilibrio con la bomba finale da metacampo di Ciccio Genovese che allo scadere fissa una divario di 10 lunghezze. Da qui si riparte per l’ultimo periodo e Gela sembra non mollare almeno fino agli ultimi due minuti quando Alcamo, seppur mai in grande spolvero, sale a –3. Ma è troppo tardi. C’è soltanto il tempo di lamentarsi per un paio di decisioni arbitrali e per la malasorte che, con gli infortuni, continua a falcidiare la squadra.

Vittoria quindi meritata per i ragazzi di Bernardo e magari anche pronosticabile a causa delle assenze in casa Alcamo. Gela, comunque, era pur sempre terzultima con la terza peggiore difesa e il terzo peggiore attacco. Qualcosa di più, soprattutto nell’approccio al match e nella “vis pugnandi”, andava assolutamente fatto.

MELFA’S – LIBERTAS 72-68 (25-10, 40-32 [15-22], 59-49 [19-17], 72-68 [13-19])

Gela: Martorana ne, Libro ne, Amoruso 12, Cassarano ne, Serrani 11, Cavallo 5
4, Tuccio ne, Kuburovic 23, Ventura 12, La Rosà 8, Miranovic 2. Coach: Bernardo

Alcamo: Farina ne, Giusti ne, Audino 4, Tagliareni 12, Bruno 6, Cusumano ne, André ne, Butera 7, Tartamella 10, Genovese 11, Fathallah 9, Dragna 9. Coach: Ferrara

views:
439
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive