Elezioni regionali, notte dopo gli esami…

Jole Santelli sul palco insieme al suo leader politico Silvio Berlusconi, ride e applaude alla considerazione dello stesso, ossia, "la conosco da 26 anni, è brava e non me l'ha mai data"...

E’ iniziata alle 23 per i telespettatori e anche per gli addetti ai lavori con la classica maratona Mentana, Porta a Porta e su Mediaset Italia viva. La prima mezz’ora passa con gli exit poll e soprattutto con l’attenzione sulla regione più fashion (politicamente) per reddito, numero di abitanti, qualità della vita e risultato in bilico, l’Emilia Romagna, la Calabria periferia dell’impero che ha già un padrone, il centrodestra… che poi la neogovernatrice sarebbe la deputata di Forza Italia dal 2001 ininterrottamente, Jole Santelli, e che in chiusura di campagna elettorale, sul palco insieme al suo leader politico Silvio Berlusconi, ride e applaude alla considerazione dello stesso, ossia, “la conosco da 26 anni, è brava e non me l’ha mai data”, esilarante per i presenti, applausi. Amadeus prossimo conduttore e direttore artistico, al centro di dichiarazioni sessiste su una collaboratrice della kermesse in riva alla città dei fiori, invece un martire.

Le proiezioni raccontano di un successo di Bonaccini (centrosinistra) nella regione della Torre degli Asinelli e basilica di Sant’Apolinnaire, e Santelli (centrodestra) nella regione dei bronzi di Riace. Alle 00.11 appare in video l’ex ministro degli interni e da un ulteriore dimostrazione di essere un animale politico (nella città lilibetana al suo pari è Enzo Sturiano), fiuta la preda, fiuta il pericolo.

Commentando il voto emilio romagnolo, mette le mani avanti, si compiace che il risultato sia in bilico, ma il vero colpo  da fuoriclasse è quando dichiara che è contento di avere riportarto i cittadini al voto e cita Gaber, “libertà è partecipazione”, che dire, da osservatore, chapeau. Poi inizia la pantomima parlante, con Berlusconi che dopo quasi 30 anni promette la rivoluzione e la resurrezione e la Santelli, Tajani e Gasparri, anticipando il carnevale scatenati in danze e trenini, la maschera sempre la stessa Pantalone.

Tutti vincenti, nessun perdente, FI FdI Lega e PD. Il M5S non pervenuto, mutuando Proust, alla ricerca del tempo perduto, a cercare il contrattista giusto, prima Lega, adesso PD, Italia Viva e LeU.

Commovente l’apparizione dei candidati pentastellati alla presidenza Benini(Emilia-Romagna), Aiello (Calabria). Notte dopo gli esami, Benini 7 Bonaccini 6,5.,Borgonzoni 5,5. Aiello 7,Santelli 6,5, Callipo 5. In chiave nazionale, Meloni 7, Zingaretti 5,5, Salvini 5, Berlusconi 3,5, M5S impreparato. Sardine 9. È notte inoltrata del  XXVII/I/MMXX, può bastare, i risultati sono in dirittura d’arrivo, la sostanza rimarrà tale.

È mattina pagella confermata.

Vittorio Alfieri

views:
589
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive