Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Si è svolta la prima Scinnuta: cinque i Sacri Gruppi interessati alla discesa

“La Separazione”, Orefici; “La Lavanda dei Piedi”, Pescatori; “Gesù nell'orto del Getsemani”, Ortolani; “L'Arresto”, Metallurgici; “La Caduta al Cedron”, Naviganti. La partecipazione delle Maestranze...

Trapani – Sono cominciati ieri i riti de “’I Scinnuti”. Cinque i Sacri Gruppi interessati alla discesa: “La Separazione” – Orefici; “La Lavanda dei Piedi” – Pescatori; “Gesù nell’orto del Getsemani” – Ortolani; “L’Arresto” – Metallurgici; “La Caduta al Cedron” – Naviganti.

La risposta dei trapanesi, come da aspettative, è stata straordinaria: tanti, infatti, i fedeli che hanno partecipato alla funzione. Le marce funebri sono state intonate dall’Associazione Musico Culturale “Aegusea” Nuova Vincenzo Bellini di Favignana diretta dal Maestro Silvio Barbara. Il Santo Rosario è stato recitato all’interno della Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio dove, successivamente, è stata celebrata la Santa Messa officiata dal Cardinale Stanislaw Rylko e concelebrata dal Vescovo di Trapani, Sua Ecc. Mons. Pietro Maria Fragnelli. Rylko, invitato nei giorni scorsi dal ceto degli Ortolani, ha così salutato il popolo trapanese: «Porgendo a voi il mio saluto, desidero innanzitutto salutare il popolo dei Misteri di Trapani, e congratularmi per la fedeltà a questa Sacra tradizione che dura ormai da 400 anni. La Processione dei Misteri del Venerdì Santo – ha affermato – non è uno spettacolo folclorico, ma una toccante testimonianza di fede del popolo trapanese e una modalità di evangelizzazione che non invecchia nonostante il passare dei secoli. Una iniziativa di evangelizzazione di grande attualità anche dei tempi; una ricchezza che va custodita e valorizzata».

La partecipazione delle Maestranze è stata offerta, così come sarà nel corso dei prossimi Venerdì quaresimali, da testimonianze che ogni ceto esprime con la sua devozione, come nel caso di Antonella Cangemi, appartenente a “Gesù nell’orto”: «Non sono un’ortolana ma mi sono avvicinato a questa famiglia tramite Nino Culcasi, figlio di Pietro Culcasi, storico Capo Console del gruppo. Ho trovato delle gran belle persone – ha dichiarato nel corso della funzione – che si prodigano tutto l’anno per portare in processione uno splendido gruppo statuario e fornire, all’organizzazione tutta delle Maestranze, un tassello importante al mosaico dei Misteri trapanesi».
Al termine della liturgia, il Presidente Giuseppe Lantillo ha omaggiato il Cardinal Rylko di un quadretto raffigurante le Sacre Rappresentazioni della Settimana Santa trapanese, e di una ciaccola.

ScinnutaI

Rilkow, Fragnelli e U.E.

views:
268
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
“La Separazione”, Orefici; “La Lavanda dei Piedi”, Pescatori; “Gesù nell'orto del Getsemani”, Ortolani; “L'Arresto”, Metallurgici; “La Caduta al Cedron”, Naviganti. La partecipazione delle Maestranze...
MarsalaLive