Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

E’ virale il video dei comici Matranga & Minafò e Sicilia Cabaret: “Statti unni sì, un ti siddiari”

Il testo di "Io resto a casa". Video in salsa siciliana, tormentone contro il Coronavirus. Da un'idea dei due comici con Massimo Minutella e Alessandra Salerno. Testo: Francesca Picciurro e Lorenzo Pasqua

Marsala – “Io resto a casa” è il titolo del brano contro il Coronavirus nato da un’idea di Matranga & Minafò, Massimo Minutella e Alessandra Salerno. Una canzone, un video internamente girato da casa, che è già diventato virale, un vero tormentone. Il testo è stato scritto a quattro mani da Francesca Picciurro e Lorenzo Pasqua, mentre l’arrangiamento musicale da Massimo Scalici.

La canzone ha come partner istituzionale l’assessorato alla Salute della Regione Siciliana. I protagonisti del video sono tutti i comici di Sicilia Cabaret, un medley di immagini che mette insieme i volti noti del programma comico più importante della Sicilia.

Il video invita tutti a rispettare la direttiva. Il tutto cantato in siciliano. Il duo comico palermitano Matranga e Minafò, vista l’emergenza Coronavirus, fa un appello cantato per “rimanere tutti in casa”.

Nel ritornello: “Statti unni sì, un ti siddiari, stamuni a casa o saffudda ‘u spitali”; “Statti a casa, ca u trovi u chiffari: spolvera, lava, ci su i lietti ri fari”.

Domenica 15 marzo, alle ore 18:00, stereo a palla tutta la Sicilia Flash Mob dal balcone!


Da un’idea di Matranga e Minafò, Casa Minutella, Alessandra Salerno

Scritto da Francesca Picciurro e Lorenzo Pasqua,
Con un arrangiamento epico di Massimo Scalici y Poderosa latin orchestra
E il sudore di Salvatore Fisichella
Il primo video musicale fatto a casa
Buona visione

Su Facebook: clicca qui

Su YouTube: clicca qui

https://www.facebook.com/matrangaeminafo/videos/523385985026736/

#IORESTOACASA

Mòviti fermu, viri c’affari!
Cu ti ci porta? Nni poi contaggiari

Statti unni si, un ti siddiari
Stamuni a casa o saffudda ‘u spitali!

Statti a casa, ca u trovi u chiffari
Spolvera, lava, ci su i letti ri fari!

Lieggiti un libru r’intra a to stanza
Ca forse forse cummatti a gnuranza!

Lavati i manu ogni pizzuddu
Puru s’un niesci e un parri cu nuddu

Levati i ccà, ma quali abbrazzu?!
Sì t’abbicini ti fazzu un mazzu!

E sott’inteso che ci amiamo
Ma a stu minutu un darimi a mano

Ti pari ca un po vieniri nienti?
Un parrari assai ca u virus ci senti!

Mòviti fermu, viri c’affari!
Cu ti ci porta? Nni poi contaggiari

Statti unni si, un ti siddiari
Stamuni a casa o saffudda ‘u spitali!

Si vo beni a to Matri a to patri
Statti quietu e un fari minchiati

Si vo beni a to suoru e a to frati,
Saluta i luntanu e un dari vasati!

Si vo beni a to nonna Pina
Parraci sì, ma ca mascherina

Si vo beni a to nonno Pietru
C’ha stari luntanu picca picca un metru!

Vo iri a truvari a to cucina?
Ta fari u bagnu cu acqua e amuchina!

C’ha gghiri a fari l’auguri a ti zia?
Ci fai na chiamata e così sia!

Mòviti fermu, viri c’affari!
Cu ti ci porta? Nni poi contaggiari

Statti unni si, un ti siddiari
Stamuni a casa o saffudda ‘u spitali! X2

Carica, carica, tutta l’Italia si carica
Carica, carica, torniamo sovrani ma senza corona
Carica, carica, chiudiamo le porte di questa ferita
Carica, carica, e apriamole verso la vita

Mòviti fermu, viri c’affari!
Cu ti ci porta? Nni poi contaggiari

Statti unni si, un ti siddiari
Stamuni a casa o saffudda ‘u spitali! X2

flash mob sicilia cabaret ml

sicilia cabaret io reto a casa

 

Media

views:
4791
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Il testo di "Io resto a casa". Video in salsa siciliana, tormentone contro il Coronavirus. Da un'idea dei due comici con Massimo Minutella e Alessandra Salerno. Testo: Francesca Picciurro e Lorenzo Pasqua
MarsalaLive