Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Lo Curto: “Personale medico di ginecologia di Marsala venga trasferito a Mazara e Trapani”

"Per potere seguire pazienti marsalesi in gravidanza. Al Paolo Borsellino solo medici per emergenza Covid-19. La gravidanza è uno status particolare che attiene all’intimità della persona..."

“Sia garantita senza soluzione di continuità la cura e l’assistenza ginecologica alle gestanti marsalesi e dell’hinterland che già subiscono la penalizzazione della temporanea chiusura del punto nascita presso l’ospedale cittadino “Paolo Borsellino” per l’emergenza Covid-19. Le gestanti hanno diritto a rivolgersi al proprio ginecologo nelle strutture di Mazara del Vallo e Trapani dove sono obbligate a recarsi. Per questa ragione ho chiesto oggi pomeriggio al direttore generale dell’Asp Fabio Damiani che i medici ginecologi rimasti in forza a Marsala siano trasferiti a Mazara del Vallo e Trapani”.

“Non è, infatti, sufficiente lo spostamento in tali presidi solo del primario di ginecologia e del suo aiuto. La gravidanza è uno status particolare che attiene all’intimità della persona, per questo ogni gestante ha diritto al proprio ginecologo di fiducia che la segue in un momento tanto importante della sua vita. Il rapporto che si stabilisce tra ogni donna e il proprio ginecologo va ben oltre la semplice fiducia con qualsiasi altro eccellente medico, direi anzi che è persino irripetibile. Non dubito che nel merito il comitato tecnico scientifico, guidato dal presidente provinciale dell’Ordine dei medici Rino Ferrari, non possa che apprezzare questa mia proposta e sostenerla”.

“Non è infatti opportuno lasciare a Marsala ginecologi, in atto non operativi. Le gestanti, le partorienti e tutte le donne devono poter trovare il proprio ginecologo nella struttura a cui ora dovranno riferirsi. Su questa lunghezza d’onda si è già espresso il presidente regionale dall’associazione degli Ostetrici e Ginecologi ospedalieri, Salvatore Incandela. L’attenzione nei confronti delle gestanti merita una sensibilità anche e soprattutto in un momento così emergenziale”.

“Per questo motivo ho ribadito al direttore Damiani la necessità di attivare immediatamente un punto nascita a Trapani presso la clinica Sant’Anna in modo da garantire sicurezza e assistenza piena alle donne incinte, che certamente temono per la loro incolumità e quella del feto se costrette a fruire di prestazioni sanitarie presso strutture convertite alla lotta al coronavirus. Nel merito le risposte sono state confortanti e mi auguro che ciò avvenga subito, atteso che non si deve andare in deroga in ragione del fatto che solo a Marsala ci sono più di cinquecento parti l’anno che giustificano nell’emergenza sanitaria in atto l’apertura di un ulteriore punto nascita a Trapani”.

Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.

eleonora Lo Curto

views:
2008
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive