Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Urgente un protocollo sanitario per l’accesso alle Isole Minori della Sicilia

"Abbiamo avuto modo di valutare con professionisti del turismo e con esperti in immunologia le opportune azioni da mettere in campo nelle isole minori siciliane, che di seguito proponiamo"

Con l’avvio della “fase due” assume particolare importanza la prevenzione e il contenimento del contagio da COVID-19 soprattutto nelle isole minori della Sicilia, avendo comunque un occhio di riguardo alla stagione estiva ormai alle porte ma che già sembra quasi totalmente compromessa. E’ questo quello che dichiarano Michele Rallo e Giuseppe La Francesca rispettivamente di Favignana e Pantelleria.

Ciò che occorre nell’immediato è l’assunzione di un protocollo sanitario dedicato per adottare le giuste misure al fine di poter accedere alle isole minori, come fra l’altro previsto dall’art. 22 dell’Ordinanza n. 21 del 17 maggio 2020 del Presidente della Regione Sicilia.

Abbiamo avuto modo – dichiarano Rallo e La Francesca – di valutare con professionisti del turismo e con esperti in immunologia le opportune azioni da mettere in campo nelle isole minori siciliane, che di seguito proponiamo:

• Entrata in tutte le isole minori della Sicilia solo ed esclusivamente con passaporto sanitario che preveda quanto meno il test sierologico da eseguirsi prima della partenza dal proprio comune di residenza;

• Potenziamento, lì dove necessario, dei presidi sanitari con collocazione di una tenda pre – triage garantendo anche i necessari dispositivi di protezione individuale per il personale medico e paramedico;

• Sottoscrizione di un protocollo d’intesa in tutte le isole minori della Sicilia con la Croce Rossa Italiana per offrire un maggiore supporto sanitario alle comunità isolane;

• Obbligo di comunicazione alla Capitaneria di Porto prima di sbarcare in qualsiasi approdo delle isole minori;

• Potenziamento della sorveglianza e del monitoraggio dei punti di partenza via mare;

• Revisione dei regolamenti comunali delle concessioni dei suoli pubblici delle attività commerciali per un concreto aiuto alle attività produttive;

• Potenziamento dei campi scuola estivi per i bambini, al fine di supportare le famiglie, aiutando nel contempo le donne ad inserirsi nel mondo lavorativo.

• Controllo dei costi sulle sanificazioni, che riveste in questa fase notevole importanza per tutte le attività commerciali.

Auspichiamo – chiudono i rappresentanti de “La Terza Via” – che i Sindaci delle Isole Minori della Sicilia, che già hanno avuto modo di incontrare il Presidente della Regione, di valutare attentamente quanto qui proposto al fine di salvaguardare contemporaneamente le già delicate situazioni sanitarie delle isole minori della Sicilia e la precaria situazione economica venutasi a creare con l’emergenza coronavirus.

Giuseppe La Francesca
Michele Rallo
La Terza Via – PD


TURISMO SICILIA: BASE RIFORMISTA TRAPANI (PD) MUSUMECI DIA PROTOCOLLI IMMEDIATI O SI DIMETTA

Facciamo nostra la proposta sulle isole minori elaborata dalla Terza Via PD, chiedendo al Governo regionale di cambiare passo assumendosi la responsabilità di dare regole certe o la stagione estiva sarà compromessa irrimediabilmente, non solo nelle isole minori.
Cosa sta aspettando Musumeci ad adottare un protocollo di sicurezza per l’accesso alle Isole minori?
Cosa aspetta a chiarire le modalità di gestione delle spiagge?
Cosa aspetta a introdurre incentivi, anche i termini di riduzioni IRPEF, per invogliare i consumi?
Con una emergenza che dura ormai da 4 mesi o Musumeci da immediatamente un segno di vita o scenderemo in piazza con gli imprenditori e operatori del settore per chiedere le dimissioni del suo inutile Governo.
Il coordinatore provinciale Marco Campagna

views:
764
MarsalaLive