Anche a Petrosino la Lega fa sentire la propria voce

"Per quanto riguarda la sanatoria dei clandestini proponiamo di bloccarla. Non si tratta di essere razzisti, come spesso capita di essere accusati. Parliamo di clandestini e non di migranti..."

Petrosino – Si svolge oggi, sabato 4 luglio, in tutte le piazze d’Italia, la manifestazione della Lega attraverso la quale migliaia di volontari saranno impegnati, in quasi 2.000 gazebo, con una raccolta firme per dire STOP alle cartelle Equitalia, STOP vitalizi e STOP sanatoria clandestini.

Anche a Petrosino la Lega fa sentire la propria voce. “Con questa raccolta firme – a parlare è il Presidente del circolo Lega di Petrosino Carlo Guarrasi – sono tre gli obiettivi che ci prefiggiamo in tutte le piazze d’Italia: lo stop alle cartelle Equitalia, attraverso cui viene espressa la contrarietà all’invio di oltre 8.000.000 di cartelle esattoriali da parte della Agenzia delle Entrate a cittadini e imprese che in questo periodo storico sono più che mai al collasso. Proponiamo la pace fiscale tramite il saldo e lo stralcio di tutte le posizioni aperte con il Fisco”.

“Per quanto riguarda la sanatoria dei clandestini – continua Guarrasi – proponiamo di bloccarla. Non si tratta di essere razzisti, come spesso capita di essere accusati. Parliamo di clandestini e non di migranti, di persone in difficoltà o in regola con il proprio status. Solo 9.500 dei 220.000 irregolari ne hanno fatto richiesta ed è impensabile che la Sicilia diventi il campo profughi dell’Europa, per tale ragione chiediamo il blocco della sanatoria indiscriminata e maggiore legalità”.

“Per quanto riguarda i vitalizi – conclude Guarrasi – crediamo la scelta insostenibile e sbagliata, abbiamo ritardi sulla cassa integrazione e si pensa a rimettere i vitalizi. La Lega ha votato contro anche in Commissione e siamo orgogliosi di averlo fatto. Invitiamo la cittadinanza ad aderire all’iniziativa”.

views:
1813
MarsalaLive