Susanna Ceccardi e il teatro dell’assurdo

Non dovrebbe cadere nel pensiero assurdo chi è classe dirigente della nazione Italia, che rappresenta all'europarlmento e si propone al governo della regione, sesta per PIL e nona...

Beckett, Ionesco e Adamov, dei principianti. Se si aggiungono Tardieu, Pinter e Pingenet, “sei personaggi in cerca d’autore” si osa affermare. Peculiarità importante tra le principali del movimento, oltre all’abolizione di una drammaturgia razionale, il rifiuto del linguaggio logico-consequenziale. Ma erano artisti, il fine ultimo era intrattenere il pubblico, nella fattispecie accompagnato da una riflessione, punto che si ardisce esprimere e basta.

Non dovrebbe cadere nel pensiero assurdo chi è classe dirigente della nazione Italia, che rappresenta all’europarlmento e si propone al governo della regione, sesta per PIL e nona per abitanti, vale a dire la Toscana. Trattasi di Susanna Ceccardi, pisana, titolo di studio licenza classica, nata nel 1987, voti di preferenza alle europee del 2019 nella circoscrizione Italia centrale 47125, partito della Lega.

Intervenendo ad una trasmissione la Ceccardi ha dichiarato che: “Imagine di John Lennon è comunista”. Cercando di motivare il suo pensiero (???), menziona alcune frasi del testo, […] e nessuna religione […], [… ] un mondo senza possessi […], […] e che il mondo sarebbe uno […].

Siccome era considerato un inno pacifista, Lennon rifiutò l’esegesi dicendo che era in alcuni passaggi più vicino al manifesto del partito comunista. Affermò sicuramente è anti-religiosa, anti-convenzionale, anti-capitalista e anti-nazionalista. Avversa all’edonismo, utilitarismo e materialismo.

Poi non si conosce se all’europarlmentare abbiano insegnato che un testo, qualsiasi esso sia, non va decontestualizzato dal momento in cui viene redatto (era il 1971), va riletto e relativamente ai giorni che si vivono, considerare se reputarlo condivisibile. Anche se questo concetto per lei non è nuovo ma del 2016, si vuole “immaginarlo” come una boutade dell’assurdo.

Altrimenti “Imagine” se non la strumentalizzasse e ricapisse.

Vittorio Alfieri

views:
480
MarsalaLive