Sindaco - Dugo

Vento Nuovo, Mario Figlioli: “La nostra visione della nostra bellissima Marsala…”

"Sono un imprenditore, conosco diverse lingue, sono stato e continuo a fare business con ogni angolo del mondo, perciò so esattamente di cosa Marsala “può fare e non deve fare. Affiancheremo tutti..."

Riceviamo e pubblichiamo

Abbiamo ricevuto tantissime domande dai nostri Concittadini, e credo sia corretto rispondere con una lettera aperta in modus “Question Time”.

1) Di Girolamo, Sindaco uscente, ricandidato, ritiene di aver le prove del cambiamento della citta’ con la sua amministrazione, Lei Mario Figlioli vi proponete con “Vento Nuovo”. Parlate di due citta’ diverse?
No due “modus operandi” sicuramente diversi, ma la stessa citta’. Tutto quello che sta facendo il Primo Cittadino, merita solo supporto morale e partecipativo. La nostra visione della nostra bellissima Marsala e’ un implemento del modo attuativo, chiamiamolo un upgrade al 3.0 a tutta l’amministrazione per dare una accensione immediata dell’indotto economico locale, indotto, al momento spiaggiato nell’incompetenza e galleggiando sulle chiacchiere di aria fritta sulle bancarelle politiche di ogni colore. Al momento il Sindaco sta impegnando il suo potenziale nelle attivita’ amministrative ordinarie, importantissime sicuramente, ma a causa della carenza di una sua squadra consiliare competente sul Territorio, squadra consiliare che ha guardato solo ai propri interessi politici/clientelari e di bacino personali di voti, che ha costretto il Sindaco a trasformarsi in una sorte di “Robin Hood” amministrativo insieme alla sua Giunta. In queste condizioni qualcuno avrebbe fatto meglio con una squadra consiliare inesistente e perpetuamente in opposizione? Noi stiamo incrementando il team di Consiglieri e di Giunta per un reale impulso economico sul Territorio, competenza e visione chiara a medio e lungo termine sono i nostri binari attuativi che ci condurranno diritti all’obiettivo, continuando nella scia dell’Agenda Urbana, l’Area Vasta, Water Front (di Adamo/Carini) ed altro gia’ in cantiere, con fondi europei , continuando parallelamente a sostenere l’amministrazione ordinaria, interponendo in futuro tra il Primo Cittadino e l’evento una cabina di regia tematica ad hoc per un fattivo follow up in corso d’opera di ogni evento /cantiere, per monitorare ed accompagnare qualsiasi iniziativa intrapresa, dalla sua progettazione all’efficacia finale di utilizzazione.

2) Il sistema elettorale delle Comunali avvantaggia le coalizioni. Perche’ non siete riuscite a costruire una alleanza?
Non abbiamo voluto di proposito costruire alleanze o collegamenti al buio. Ogni lista in campo e’ una sorte di bacino di procacciatori di voti, per poi fare branco politico o corazzate elettorali basati sul numero di voti vuoti, di fatto senza che ci sia la vera volonta’ del cittadino, volonta’ personale che deve maturare da una fiducia verso la squadra di amministrazione basata sulla competenza e non al clientelismo ed interessi della piovra politica locale. Io con i miei Coordinators stiamo supportando con un “Training Package” on line alla crescita culturale in materia “come si amministra un ente locale per ogni consigliere e giunta”. Stiamo mettendo on line un “bando di partecipazione” aperto a tutti i prossimi aspiranti Consiglieri o aspiranti Assessori, nessuno escluso, fino al 15 Agosto, affinche’ si dia la possibilita’ a tutti quelli che realmente vogliono fare qualcosa per la nostra amata Marsala a partecipare attivamente, e non rimanere “Leoni” da tastiera con aride critiche credendo di essere un aspirante pilota sognatore rimanendo pero’ “Sciccune Operatore” da scrivania. Ovviamente siamo sempre pronti alle fusioni o accettare collegamenti con altre liste competenti ove si intravede piu’ competenza fattiva per un benessere del Territorio…ma al momento sembra piu’ facile trovare il sacro “Graal”.

3) Perche’ i marsalesi dovrebbero affidarsi a “Vento Nuovo” e sostenere la sua candidatura a Sindaco?
Non abbiamo il sacro Graal della sapienza, e non lo stiamo neanche cercando, pero’sicuramente conosciamo il significato ed il valore della nostra amata Carta Costituzionale e che il lavoro non e’ un passatempo, ancora di piu’ se in gioco c’e’ il futuro nostro e dei nostri figli. Noi applicheremo in toto la nostra Costituzione Italiana, mettendo al centro il vero target , il Cittadino, il benessere sociale nel massimo rispetto dei diritti di ogni singolo cittadino, diritti sanciti con sacrificio dai nostri predecessori giovani , anziani e dai nostri Padri Costituenti. Ai nostri Concittadini non verrà chiesto nessun voto vuoto, comprato, regalato e ne’ di rimbalzo. Noi pretendiamo che dietro ogni singolo voto previsto dalla Costituzione , ci sia un Cittadino che ami realmente il suo Paese, e che pretenda senza condizioni, di esercitare il suo diritto a svolgere una vita dignitosa per se’ e i propri cari.

4) Quale sarebbe il suo primo atto da Sindaco?
Accendere una filiera economica puntando sul Turismo sostenibile, con diverse cabine di regia atte a mettere in regime tutti quegli attori Istituzionali e privati che possano dare vita nell’immediato di un vero indotto economico. Basta con sostegno economico tramite buste della spesa, portiamo anche lavoro in questa apprezzatissima busta alimentare. Non c’e’ un primo atto da Sindaco, quello e’ in teatro, qui ci stanno tanti primi atti, poiché si agirà parallelamente in tutti i fronti economici, dando a tutti la stessa priorità con cabine di regia a tema e competenza specifica. Ecco perche’ la preparazione dei Consiglieri diventa sempre piu’ indispensabile, soprattutto quando rappresentano seriamente le preziose diversità del Territorio.

5) Marsala e’ sempre stata una citta’ con una spiccata capacita’ imprenditoriale. E’ nelle condizioni di mantenerla? E come?
Certamente, Io Mario Figlioli sono un imprenditore, conosco diverse lingue, sono stato e continuo a fare business con ogni angolo del mondo, percio’ so esattamente di cosa Marsala “PUO’ fare e NON DEVE fare”.

PUO’ fare:
Affiancheremo tutti gli operatori del Territorio (imprenditori, professionisti, agricoltori, pescatori…Tutti) affinché’ vengano messi subito nelle condizioni di sviluppare e creare lavoro in una “Task Force” che catalizzi e destagionalizzi risorse per tutto il periodo dell’anno. Lo snellimento della burocrazia locale, le autorizzazioni e le risposte a progetti privati, faranno parte delle priorità. Il tessuto economico locale sarà da volano sia finanziario che di fiducia sociale… mettiamo tutti nelle condizioni di lavorare. I nostri imprenditori vanno resi orgogliosi di creare sviluppo sul nostro Territorio. Per i prossimi 5 anni , grazie ai finanziamenti Europei e alle attività di offerta imprenditoriale e turistica creeremo dei flussi di cassa, che ci metteranno subito nelle condizioni di ridurre per azzerare gran parte delle imposte comunali. il Comune come una grande impresa creera’ dei flussi di cassa in entrata dalle attivita’ virtuose. Oggi in giro c’e’ cosi’ tanto denaro che chiede solo di essere intercettato. Renderemo risorsa economica quello che gia’ abbiamo per poi passare alla creazione di prodotti e servizi Made in Marsala. Dobbiamo riallacciare i rapporti con le compagnie aeree straniere e locali, per organizzare voli charter e cargo prevalentemente con l’estero, incrementando il flusso presenze passeggeri e prodotti locali di eccellenza dal vino al semplice pomodoro. 3 Mettere in una regia comune tutte quelle risorse sul Territorio senza compromettere la sostenibilità’ ambientale.

NON DEVE fare:
Non perdere le nostre tradizioni, caratteristiche sociali, ospitalita’, solarita’, carisma, che ci distingue, magari facendo anche finta di volerci bene per un interesse comune. Non essere complici silenti nella distruzione del nostro Ambiente con rifiuti e atteggiamenti irrispettosi verso il territorio. Non cadere nelle false visioni di orde di speculatori ambientali sotto la finta veste di imprenditori benefattori. La distruzione Ambientale e’ definitiva quando il Territorio viene aggredito o deturpato.

6) Anche mettera’ nel suo programma la realizzazione del porto ed il rilancio dell’aereoporto?
Il porto di Marsala: e’ come il ponte sullo stretto di Messina, si fara’?, non si fara’? Il progetto del porto e’ stato ripreso dai miei Coordinators, e tante cose sono ancora in “Ombra”. Dalla sostenibilità ambientale a quella finanziaria. Prossimamente faremo degli incontri con i responsabili della Myr , associazioni ambientaliste e associazioni imprenditoriali del Territorio, e faremo lo “snapshot” della reale situazione. Al momento puntiamo invece su un incremento del porto turistico e dei pescatori, a basso pescaggio, e non accogliere navi da crociera che ci distruggerebbero in maniera definitiva il nostro delicato Habitat marino, paesaggistico ed ambientale in genere. Lo valuteremo nei dettagli e lasceremo alla cittadinanza la decisione finale nelle more di una democrazia partecipativa.
L’aereoporto: si punterà ad aumentare la presenza di passeggeri come dicevo pocanzi con voli charter e cargo. Mantenendo ovviamente tutte le tratte esistenti. Contatteremo le compagnie aeree come la TopJets Worldwide (fatta a suo tempo dal nostro Primo Cittadino Di Girolamo) ed altre interessate ad espandersi in questo Territorio. Abbiamo al momento contatti vivi con Russi ed Arabi , e stiamo mettendo su un Team in una cabina di Regia a capo l’ Assessore alle Attivita’ Istituzionali che parla diverse lingue, per ampliare il raggio d’azione di intervento come Procacciatori Turistici/Ospiti.

Target: esportare il Brand Marsala in giro per il mondo.

Marsala deve diventare un Hub turistico/commerciale della Sicilia occidentale, ed io ho la squadra con il KnowHow tecnico e normativo a seguito per attuarlo, ovviamente “Dio permettendo e cittadini votando”.

Mario Figlioli
Vento Nuovo

views:
1310
MarsalaLive