Sindaco - Grillo

Edilizia Sociale Sostenibile: presentato il progetto ad Alcamo

Le dichiarazioni degli intervenuti all'incontro - Ad intervenire anche l'onorevole Valentina Palmeri, che ha sottolineato come questo intervento rappresenti una significativa svolta per la comunità alcamese...

Alcamo – Si è svolto ieri, 3 agosto, presso il Centro Congressi Marconi l’evento di presentazione del progetto “Alcamo Edilizia Sociale Sotenibile” volto alla riqualificazione di alcune unità abitative e la realizzazione di una serie di servizi condivisi e aree verdi.

L’intervento, frutto di un protocollo d’intesa tra IACP di Trapani e Amministrazione comunale di Alcamo in collaborazione con l’IPAB Pastore e San Pietro, è promosso nell’ambito dell’azione 9.4.1 dell’Asse 9 del PO FESR Sicilia 2014/2020. Una grande opportunità per la comunità alcamese che vede l’incremento di nuovi alloggi sociali (venti unità abitative in via Mistretta), ma anche la realizzazione di una serie di servizi Socio-educativi e culturali fra cui una biblioteca, un’area cucina e living, uno spazio dedicato alle associazioni. Il progetto inoltre prevede il recupero dell’area “Parco Barone Pastore”, una zona urbana completamente attrezzata, situata nelle vicinanze dell’edificio oggetto di intervento.

“Desidero ringraziare personalmente i vertici dello IACP di Trapani e il Sindaco di Alcamo – ha detto il Prefetto Tommaso Ricciardi – lo Stato saluta con soddisfazione queste iniziative così lodevoli che vedono nel nostro territorio un ulteriore passo avanti verso quell’auspicio di legalità che assolutamente dobbiamo recuperare. Si tratta anche di un lavoro che, dopo la pausa forzata dovuta al Covid19 riprende, si spera, più rapidamente di prima, con la speranza che la normativa di settore ci aiuti a snellire tutte le procedure per poter al più presto riqualificare l’area e fornire nuovi e utili servizi ai cittadini”.

“Il nostro intento, grazie ai diversi progetti di riqualificazione finanziati con la programmazione regionale 2014-2020 del FESR Sicilia, è quello di donare un nuovo volto alle città del territorio, nuovi servizi e alloggi che si integrano pienamente con le esigenze locali – ha dichiarato il Commissario Straordinario dello IACP di Trapani Fabrizio Pandolfo. Tutto questo grazie ad un lavoro straordinario frutto di una importante sinergia con i Comuni e gli altri Enti interessati. Il progetto di Alcamo ha una valenza sociale significativa, una volta completati i lavori i beni verranno riconsegnati all’Amministrazione comunale, che avrà il compito di assegnare – a norma di legge – alloggi e servizi alle categorie sociali coinvolte”.

“Siamo felici di presentare questo importante progetto che non molto tempo fa abbiamo iniziato a mettere su carta e che – ci auguriamo – si possa concretizzare il prima possibile con l’avvio del cantiere – ha detto il Sindaco di Alcamo Domenico Surdi. Sin da subito c’è stata una bella sinergia fra queste due amministrazioni (Comune di Alcamo e IACP di Trapani, ndr), che credo sia anche da raccontare proprio nel metodo perché ci ha consentito di mettere insieme idee, professionalità e di superare ostacoli, dando vita ad un’importante occasione di crescita e trasformazione positiva per la nostra comunità”.

“L’intento dello IACP di Trapani – ha proseguito il direttore generale Piero Savona – è anche quello di recuperare il grande patrimonio immobiliare già esistente, sfruttando – in modo sostenibile – spazi abbandonati e inutilizzati, per compiere un importante passo verso la rigenerazione urbana delle nostre città con una grande attenzione all’edilizia sociale, alla creazione di spazi comuni e condivisi e di servizi importanti misurati in base alle esigenze della comunità”.

Ad intervenire l’onorevole Valentina Palmeri, che ha sottolineato come questo intervento rappresenti una significativa svolta per la comunità alcamese, un lavoro sinergico che ha permesso la restituzione e la piena fruizione di immobili e aree verdi. Il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici e alla pianificazione urbanistica Vittorio Ferro ha specificato la volontà dell’Amministrazione di dedicare il parco urbano attrezzato a Felice Pastore, politico, alcamese di adozione, che si distinse per le sue importanti attività a favore dello sviluppo agricolo e industriale del territorio e per le sue opere benefiche.

A margine dell’incontro, l’intervento tecnico da parte dell’ingegnere dello IACP di Trapani Marco Imprima che ha illustrato ai presenti le varie fasi di realizzazione del progetto e le caratteristiche specifiche di alloggi e servizi.

Il progetto proseguirà con l’avvio del lavori e i successivi incontri informativi, che daranno anche l’opportunità ad Amministrazione, Enti e rappresentanti locali di proseguire un importante confronto per una fruizione coerente e propositiva degli immobili e dei servizi realizzati. Per ulteriori informazioni e per seguire gli aggiornamenti è possibile consultare il sito www.alcamoediliziasocialesostenibile.it.

views:
265
MarsalaLive