Sindaco - Grillo

Marsala, fare chiarezza sull’edilizia scolastica: interviene il Commissario Straordinario del LCC

Il dr. Cerami ritiene opportuno precisare, anche per dare una corretta informazione al mondo della scuola e per non alimentare false illusioni, che le condizioni finanziarie dell’Ente che amministra...

Il Commissario Straordinario del LCC di Trapani, Dott. Raimondo Cerami, interviene per fare chiarezza sull’edilizia scolastica di Marsala, avendo registrato delle inesattezze pubblicate in questi giorni dal quotidiano on-line Tp24.it , nonostante avesse fornito alla redazione delle precisazioni, con riguardo all’immobile sito in Marsala nella via XI maggio in uso all’Istituto Classico “Giovanni XXIII”.

Il dr. Cerami ritiene opportuno precisare, anche per dare una corretta informazione al mondo della scuola e per non alimentare false illusioni, che le condizioni finanziarie dell’Ente che amministra non lasciano margini a nuove locazioni di immobili scolastici e ribadisce quanto aveva illustrato con l’aggiornamento del Piano di razionalizzazione degli immobili ad uso scolastico per il comprensorio di Marsala che è stato oggetto di deliberazione commissariale n. 8 del 20.01.2020, consultabile sul sito istituzionale dell’Ente.

In sintesi, il LCC di Trapani intende attenersi all’accordo stipulato con il Comune di Marsala che prevede nel tempo soluzioni strutturali e definitive (costruzioni di due plessi scolastici e acquisto di immobili) volte al raggiungimento dell’obiettivo di azzerare le locazioni passive, consentendo per il minor tempo possibile di mantenere le locazioni necessarie per scongiurare i doppi turni delle lezioni, privilegiando anche in questo caso le soluzioni economicamente più vantaggiose per l’Ente.

Volendo entrare nel merito del caso del Liceo Classico, che tanto clamore ha suscitato sugli organi di stampa e non solo, il Dr. Cerami vuole precisare che, con riguardo all’immobile di via XI maggio in uso all’Istituto Classico “Giovanni XXIII”, questo Ente aveva formalmente manifestato al Giudice dell’esecuzione la volontà di acquistare l’edificio ma per ragioni degli obblighi di pubblicità e di norme di contabilità pubblica, l’istanza del LCC non ha avuto accoglimento e gli esperimenti di gara sono proseguiti normalmente.

Ovviamente questo LCC non potendo permettersi di aspettare la definizione degli esperimenti di gara e quindi l’aggiudicazione dell’immobile al nuovo proprietario, portata a conoscenza di questo Ente soltanto in data 3 luglio, si è prontamente attivato, dopo aver garantito il completamento dell’anno scolastico in corso presso l’attuale sede, per acquisire per l’avvio del nuovo anno scolastico 2020/2021 la disponibilità di un altro immobile ad un importo più contenuto.

Per amor del vero mi piace precisare, continua il Dr. Cerami, che il nuovo proprietario in data 24 luglio 2020 ha fatto pervenire a questo LCC la disponibilità alla locazione dell’immobile ad un canone molto inferiore al precedente e nella medesima data questo Ente ha riscontrato positivamente la disponibilità al nuovo proprietario richiedendo però di trasmettere la verifica si vulnerabilità sismica necessaria per la stipula di qualsiasi nuovo contratto di locazione, in ragione della disciplina in materia succedutasi nel tempo.

In atto, però non è pervenuto alcun riscontro da parte del proprietario, se non informazioni gratuite, imprecise e infondate raccolte dalla redazione del giornale TP 24 e che vengono rinviate al mittente o a chi ha fornito o consentito una ricostruzione diversa da quanto è accaduto.

Il Commissario straordinario
Dott. Raimondo Cerami

views:
368
MarsalaLive