Sindaco - Dugo

Marsala 2020, Partito Democratico: “Vitalità ed energia. Coinvolgere professionisti, insegnanti…”

"E' intenzione dei dirigenti del PD di trovare un senso nuovo al rapporto tra cittadino e politica. Scambieremo idee, e creeremo sintesi per migliorare la città. E’ un lavoro, non affatto semplice"

Riceviamo e pubblichiamo

Marsala – Comincia a prendere forma, a Marsala, la campagna elettorale del Partito Democratico, per le amministrative di ottobre.

Nel direttivo, svoltosi nella serata del 19 agosto, è stato affrontato, più concretamente, il tema riguardante la formazione della lista del Partito Democratico. Si è proceduto alla nomina di un coordinamento, e si sono stabiliti anche i criteri quali quello della territorialità e delle categorie, quindi i candidati non devono essere espressione solo di luoghi ma anche dei vari settori lavorativi.

Il Partito Democratico, vuole coinvolgere professionisti, insegnanti, lavoratori dei vari settori sociali, volti noti e meno noti della città, per una lista di 24 nomi che cercheranno di riportare vitalità ed energia al PD, da aggiungersi alle energie già presenti, per un percorso unitario di svolta, che conduca ad un risultato significativo.

Da settimane, si sta lavorando intensamente, si è attivato un dialogo proficuo con la città, incontrando categorie economiche e sociali, organizzazioni sindacali, associazioni, cercando di riscoprire l’entusiasmo e l’interesse per il percorso intrapreso.

Il direttivo concorda nel mettere in atto, un ragionamento di squadra, per la formazione della lista.

La campagna di ascolto intrapresa, proseguirà nelle prossime settimane, è intenzione dei dirigenti del Partito Democratico di trovare un senso nuovo al rapporto tra cittadino e politica. Scambieremo idee, e creeremo sintesi per migliorare la città. E’ un lavoro, non affatto semplice. E’ assolutamente necessaria una organizzazione di donne e uomini che intercettino, vivendo Marsala, le necessità che il territorio richiede, accettandone le sfide costruttive.

Nel direttivo, si è anche affrontato, il delicato argomento, dell’Istituzione del registro dei bambini mai nati, approvato con delibera, dal Consiglio Comunale di Marsala.

Le democratiche ed i democratici concordano nel ritenere l’approvazione della predetta delibera un atto, che mina fortemente la libertà della donna, laddove, oggi, grazie alle battaglie, è riuscita a conquistare la propria autonomia di autodeterminazione.

In realtà, da mesi, sembra che la Legge 22 maggio del 1978 n. 194 “Norme per la tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza” sia minacciata a diversi livelli con dichiarazioni pubbliche e atti amministrativi, violando il diritto della donna all’autodeterminazione e alla scelta responsabile che tale legge garantisce.

Questo pericolo si annida in maniera subdola e perniciosa, proprio nella predetta delibera, approvata dal Consiglio Comunale della città di Marsala lo scorso 12 agosto, con la quale viene modificato il regolamento cimiteriale. Nello specifico, la delibera sostituisce la dicitura “prodotti abortivi” che riguarda il prodotto del concepimento prima della 20esima settimana di gestazione, con la dicitura “bambini mai nati”, prescindendo, dunque, dal periodo di gestazione. In realtà, i feti oltre le 28 settimane vengono sempre seppelliti. Entro le 28 settimane solo su richiesta per l’inumazione, altrimenti il prodotto del concepimento viene smaltito come rifiuto speciale dall’ospedale.

Pertanto, non si intende la necessità dell’intervenire con Delibera del Consiglio comunale se la materia è già normata.

Questa decisione ha suscitato un enorme clamore mediatico e una levata di scudi di protesta da parte di singoli cittadini, di associazioni e di donne e uomini iscritti al Partito Democratico di numerosi circoli del territorio nazionale. La voce, unanime, è che la delibera, calpesta la volontà delle donne e ne minaccia i diritti acquisiti.

Anche il circolo del PD di Marsala si unisce a queste voci di sgomento e indignazione sulla base delle motivazioni sopra elencate, perché trattasi di un atto adottato senza la cognizione delle sue conseguenze ed implicazioni.

PD MARSALA

views:
448
MarsalaLive