Sindaco - Di Girolamo

Rogo doloso ad Altofonte, evacuati 400 abitanti: “La politica deve intervenire con decisione”

Fiamme partite da 5 punti diversi. Lupo, Cracolici e Gucciardi: "Rabbia e indignazione per gli incendi dolosi che questa notte hanno distrutto i boschi di Moarda ad Altofonte e di Macari nel trapanese..."

Dalle 6 di questa mattina sono entrati in azione due Canadair e due elicotteri per spegnere il rogo doloso che si è sviluppato nella serata di ieri ad Altofonte, sulle colline alle porte di Palermo, dove sono stati evacuati 400 dei circa diecimila abitanti. L’incendio, ancora in corso, è divampato alle 21 in cinque punti diversi e contemporaneamente. Le fiamme, alimentate dal vento di scirocco, hanno superato la zona abitata e si stanno dirigendo verso i boschi. “E’ stato un atto criminale – raccontano gli uomini della forestale e i vigili del fuoco intervenuti – per colpire il paese”. I residenti evacuati sono stati portati al campo sportivo Don Pino Puglisi, dove sono stati allestiti presidi della protezione civile.


INCENDIO ALTOFONTE E MACARI. LUPO, CRACOLICI E GUCCIARDI: “RABBIA ED INDIGNAZIONE, DICHIARARE STATO DI CALAMITÀ E SOSTENERE I TERRITORI E LA CITTADINANZA COLPITA”

“Rabbia e indignazione per gli incendi dolosi che questa notte hanno distrutto i boschi di Moarda ad Altofonte e di Macari nel trapanese, costringendo circa quattrocento cittadini di Altofonte ad abbandonare le proprie abitazioni. Siamo quasi certamente di fronte a gravi atti criminali che hanno distrutto alcuni dei polmoni verdi più importanti della Sicilia. Chiediamo al governo regionale di dichiarare lo stato di calamità e di intervenire con ogni mezzo utile per fronteggiare l’emergenza che ha danneggiato la comunità di Altofonte, così come di adottare analoghi provvedimenti per altre zone messe in ginocchio dalle fiamme in questa terribile coda d’estate”. Lo dicono il capogruppo PD all’Ars Giuseppe Lupo ed i parlamentari regionali Antonello Cracolici e Baldo Gucciardi che esprimono il loro plauso agli uomini dei Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile ed a quanti sono impegnati per prestare soccorso alla cittadinanza e domare le fiamme. Questa mattina Cracolici, insieme con il segretario provinciale del PD di Palermo, Rosario Filoramo, si è recato ad Altofonte per esprimere solidarietà alla cittadinanza. “La situazione è davvero preoccupante – ha detto Cracolici – la Sicilia viene devastata, migliaia di ettari vanno in fumo e le conseguenze si avranno anche sulla tenuta del territorio, aumentano i pericoli di effetti franosi”. Il parlamentare regionale del PD Baldo Gucciardi ricorda le conseguenze degli incendi che in questi giorni hanno devastato diverse aree del Trapanese da Monte Cofano al il bosco Castellaccio nella zona della grotta di Santa Ninfa, fino all’incendio di Macari, fra Castelluzzo e San Vito Lo Capo. “Allo scempio ambientale – dice Gucciardi – si sommano le conseguenze sull’equilibrio climatico in zone di assoluto valore anche dal punto di vista turistico”. “Il gruppo parlamentare del PD chiederà al governo Musumeci – conclude il capogruppo del PD all’Ars Lupo – di presentare in Aula un bilancio dei danni provocati dagli incendi questa estate, anche per verificare la regolarità dei lavori di manutenzione svolti e l’adeguatezza delle misure antincendio adottate. Presenteremo una proposta per migliorare l’organizzazione del lavoro, valorizzando l’attività dei lavoratori impegnati a prevenire e contrastare gli incendi. Un ricordo particolare va anche in questa occasione al lavoratore forestale Paolo Todaro che quest’anno ha perso la vita nell’adempimento del proprio dovere”.


INCENDI SICILIA, CAPUTO (FI) “GOVERNO DICHIARI STATO DI EMERGENZA, FORZA ITALIA PRESENTERÀ DDL PER INTERVENTI SUI COMUNI DANNEGGIATI”

“Dopo gli incendi che hanno devastato centinaia di ettari di territorio e determinato pericoli per la sicurezza pubblica e per la stabilità dei suoli, quello di ieri, chiaramente doloso, che ha messo in ginocchio il Comune di Altofonte. Oltre a richiamare un più capillare controllo del territorio contro questa strategia criminale, la politica deve intervenire con decisione, adottando misure straordinarie a sostegno di Amministrazioni, privati e attività commerciali danneggiate dagli incendi. Oltre ad Altofonte penso anche a Monreale, che ha subito una sorte analoga negli scorsi giorni, così come ad altri comuni dell’Isola”. A dichiararlo è il deputato regionale di Forza Italia, on. Mario Caputo, che dopo avere espresso solidarietà al Sindaco di Altofonte ha predisposto un ordine del Giorno a firma di tutto il gruppo parlamentare di Forza Italia per impegnare il Governo a dichiarare lo Stato di emergenza per i territori di Monreale, Altofonte e in favore di tutti i Comuni che hanno subito incendi di vaste dimensioni. “Bene ha fatto il Presidente Musumeci – conclude il Parlamentare – a convocare con urgenza il Governo regionale. Il Parlamento deve muoversi con altrettanta velocità e determinazione politica. Ho già concordato con il Presidente del gruppo parlamentare di Forza Italia la predisposizione di un disegno di legge per prevedere stabilmente misure di sostegno economiche e di natura ambientale in favore di tutti i territori che hanno subito incendi. All’Assessore Gaetano Armato ho già chiesto di prevedere uno stanziamento di bilancio a copertura del disegno di legge. Soltanto con norme certe potremo dare garanzia agli Amministratori pubblici che in questo momento come il Sindaco di Altofonte si trova a gestire una immane tragedia”.

views:
330
MarsalaLive