La scuola, luce della conoscenza

I candidati sindaco ci dicano le loro idee per la scuola, la cittadinanza gradirà, l'istruzione per le competenze del primo cittadino a naso non rientra tra le priorità, ed invece è la priorità delle priorità, solo la..."

Marsala – Il giorno 14 settembre, lunedì, 13 regioni su 20 hanno riaperto le aule, non è accaduto per Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Sardegna e Friuli Venezia Giulia (solo per due giorni). A Marsala, degli istituti superiori solo il “commerciale”, che poi ha richiuso in quanto sede di seggio elettorale, domani 20 settembre e lunedì 21 si terrà il referendum costituzionale, il 4 e 5 ottobre le amministrative, anomalie della Trinacria, ed il linguistico. Il 24 c.m. negli altri istituti.

Ovviamente si sono sprecati gli auguri di bentornato, a maggior ragione dopo il lockdown. Se ne citano due, uno particolarmente gradito è quello della senatrice a vita Liliana Segre, ha testimoniato che gli “insegnamenti di vita” ricevuti durante la prigionia ad Auschwitz e successivamente quelli tra i banchi di scuola, l’hanno salvata.

Lo scrivente gli fa gli auguri un po’ in ritardo, il 10 c.m. ha compiuto 90 anni, è un “libro di storia” vivente e alla sua veneranda età continua ad insegnare, grazie di cuore. L’altro è della ministra al MIUR la vituperata Lucia Azzolina, per onestà intellettuale si deve ricordare che alcune criticità sono endemiche, una su tutte la mancanza di personale, docenti, ata ed altri.

La ministra ha raccontato un aneddoto, di quando fosse in crisi per le vacanze estive e scarseggiando i libri a casa, si accordava con la biblioteca del posto per prenderne più del consentito. La satira non si è fatta attendere e non solo su di lei, memorabile una vignetta di Vauro: un uomo dice”si torna a scuola”, l’accompagnatore di “Giggino non è mai troppo tardi”.

Fa piacere ricordare la scena iniziale del film cult con uno straordinario rimpianto Robin Williams, “L’attimo fuggente”, un alunno con un candela ne accende un’ altra e così via,”la luce della conoscenza”. Senza retorica, una società può progredire con ricerca sia essa, giuridica, culturale, scientifica ed istruzione. La nostra nazione da parecchi anni ha smesso d’investire, si ripete, per RICERCA e ISTRUZIONE.

Nota a margine, che marginale non è: ai candidati sindaco, ci dicano le loro idee per la scuola, la cittadinanza gradirà, l’istruzione per le competenze del primo cittadino a naso non rientra tra le priorità, ed invece è la priorità delle priorità , solo la “luce della conoscenza” ci salverà dalla deriva culturale e umana.

A tutti, nonni, genitori, zii, docenti, personale e soprattutto alunni, buon anno scolastico.

Vittorio Alfieri

views:
438
MarsalaLive