Tutti in fila all’Ospedale di Marsala, attese estenuanti: odissea per il tampone

Intorno ai drive in è il caos, la rabbia di chi è in fila. Ogni giorno una fila lunghissima di auto. Cittadini bloccati in auto per ore in attesa di potersi sottoporre al test. "Siamo arrivati intorno alle ore..."

Marsala – “Tampone fatto”, un sorriso di sollievo e pollice alzato dal finestrino dell’auto in segno di vittoria. Si perché in questi giorni fare un tampone a Marsala è per tutti una vera e propria odissea. Da qualche settimana sono centinaia le persone che, entrate in contatto con soggetti positivi al Covid-19, devono sottoporsi al tampone per scongiurare la loro positività al virus e completare l’indagine epidemiologica delle autorità sanitarie.

Così intorno alla postazione per i tamponi drive-in nel parcheggio dell’Ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala è il caos più totale: ogni giorno una fila lunghissima di auto. Cittadini bloccati in auto per ore in attesa di potersi sottoporre al test.

“Siamo arrivati intorno alle ore 14.50, ma solo adesso che sono le 17.00 passate riusciamo a tornare a casa dopo aver fatto il tampone”, racconta un nostro lettore che ha accompagnato il figlio, venuto a contatto con un genitore di un amico risultato positivo al Covid-19.

“Ore di attesa estenuanti, odissea per il tampone, che sono necessari ma l’organizzazione lascia a desiderare. Si sapeva che riaprendo scuole e uffici in tanti avremmo avuto bisogno del tampone, ma non è stato fatto nulla per evitare il caos…”, racconta un’altra nostra lettrice.

“I veri problemi, secondo me, sono la assoluta mancanza di privacy e il fatto che danno a tutti (o a tantissimi) l’appuntamento alla stessa ora”, aggiunge un cittadino marsalese.

views:
5350
MarsalaLive