Che Banca - BANNER TOP

Morto padre Sorge: gesuita, teologo e politologo. Punto di riferimento per generazioni di cattolici

Lagalla: "Pensatore visionario e intellettuale di rilievo, è stato, insieme a Padre Ennio Pintacuda, una guida preziosa per la mia formazione personale e non posso che ricordarlo con grande affetto e stima..."

E’ morto all’età di 91 anni padre Bartolomeo Sorge, gesuita, teologo e politologo, esperto di dottrina sociale della Chiesa. Sorge. ex direttore di Civiltà Cattolica e dell’Istituto di formazione politica “Pedro Arrupe”, fu uno dei protagonisti della “Primavera” di Palermo che sostenne l’esperienza politica del sindaco Leoluca Orlando. Il 3 dicembre dell’anno scorso nei locali della facoltà teologica di Palermo Sorge aveva presentato la sua ultima opera letteraria dal titolo “I sogni e i segni di un cammino”, scritto a quattro mani con Maria Concetta De Magistris. Nel libro il gesuita ripercorre le esperienze della sua vita. In quell’occasione a propositivo della primavera palermitana aveva detto: “Stagioni come quella che abbiamo vissuto non si possono dimenticare, però poi c’è anche il travaglio dell’inverno. Non posso giudicare perché manco da Palermo da diversi anni, ma credo che alcuni frutti siano già maturati, altri matureranno”.

Lagalla: “Punto di riferimento per generazioni di cattolici”

“Padre Bartolomeo Sorge è stato un punto di riferimento per intere generazioni di cattolici siciliani, non risparmiando mai il suo impegno nella lotta contro la mafia e nella promozione di una cultura della legalità. Pensatore visionario e intellettuale di rilievo, è stato, insieme a Padre Ennio Pintacuda, una guida preziosa per la mia formazione personale e non posso che ricordarlo con grande affetto e stima, auspicando che il suo contributo possa essere d’esempio per le giovani generazioni”, lo dichiara l’assessore regionale all’istruzione Roberto Lagalla.

views:
206
MarsalaLive