Che Banca - BANNER TOP

Covid in Sicilia, 1.363 nuovi positivi e 35 morti: altri 10 in terapia intensiva, salgono a 169

Deputato positivo, chiude l'Ars. Sette chiese chiuse. Altre due zone rosse in Sicilia, salgono a 5. Con i nuovi casi salgono a 20.737 gli attuali positivi, un incremento di 1224. Di questi 1.330 sono ricoverati...

Coronavirus in Sicilia: 1.363 nuovi positivi, 35 i morti. Altri dieci in terapia intensiva, salgono a 169

Sono 1.363 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 8.431 tamponi effettuati; 35 i decessi, che portano il totale a 663. Con i nuovi casi salgono così a 20.737 gli attuali positivi con un incremento di 1224. Di questi 1.330 sono i ricoverati con un incremento di 14: 1161 in regime ordinario con un aumento di 4 ricoveri e 169 in terapia intensiva con un aumento di dieci ricoveri. In isolamento domiciliare sono 19.407. I guariti sono 104. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 459, Catania 406, Messina 73, Ragusa 137, Trapani 103, Siracusa 116, Agrigento 15, Caltanissetta 53, Enna 1.

Deputato positivo, chiude Ars. Sette chiese chiuse a Comiso

Anche il Parlamento siciliano chiude per Covid. Dopo avere accertato la positività di un deputato regionale, Giuseppe Laccoto di Italia Viva (asintomatico), l’Assemblea ha deciso di sospendere l’attività di aula e le commissioni per una settimana, da lunedì a sabato prossimi, per la sanificazione dei locali di Palazzo dei Normanni e anche per permettere lo svolgimento in sicurezza della prova del concorso per consigliere parlamentare che si svolgerà da giovedì 12 a sabato 14. A Ragusa, Chiaramonte Gulfi e Comiso otto sacerdoti sono risultati positivi al Covid 19 e metà di loro si trova in isolamento fiduciario. Sette chiese sono state chiuse per consentire gli interventi di sanificazione.

Covid: altre due zone rosse in Sicilia, salgono a cinque. A Cesarò e San Teodoro, nel Messinese

Diventano cinque le “zone rosse” in Sicilia. Lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che, per contrastare la diffusione del Coronavirus nell’Isola, ha istituito una zona off-limits a Cesarò (dove sono stati riscontrati 85 positivi) e San Teodoro (63 contagiati), in provincia di Messina. L’ordinanza, adottata d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, sentiti i sindaci dei due Comuni, resterà in vigore dalle 14 di domani fino a domenica 15. Il nuovo provvedimento prevede un’unica “zona rossa”, tenuto conto della contiguità dei medesimi territori e della presenza di attività lavorative essenziali interconnesse. L’ordinanza prevede, inoltre, l’istituzione e l’insediamento, con presidio fisso a Cesarò h24, di una Usca di Pronto intervento per entrambe le comunità. Attualmente risultano attive in Sicilia le “zone rosse” di Sambuca di Sicilia (Agrigento) e Torretta (Palermo) che scadranno oggi a mezzanotte); Vittoria (Ragusa) e Centuripe (Enna) fino al 10 novembre).

views:
873
MarsalaLive