Che Banca - BANNER TOP

Emergenza sanitaria, il sindaco: “La seconda ondata non troverà il Comune di Marsala impreparato”

Massimo Grillo: "Abbiamo ottenuto che il reparto di pneumatologia venisse trasferito dall’ospedale di Trapani al nosocomio di Marsala, un risultato importante che garantisce il massimo dell’efficienza del nostro Ospedale..."

Marsala – Continua l’attività dell’Amministrazione Grillo per far fronte all’emergenza Covid 19.Questo pomeriggio, durante una diretta Facebook (https://www.facebook.com/massimogrillo63), il sindaco di Marsala ha infatti voluto aggiornare i cittadini sulle iniziative messe in campo dalla sua Amministrazione per affrontare al meglio le prossime settimane.

Sul piano sanitario il sindaco Massimo Grillo ha tenuto ad informare che, dopo il primo screening in modalità “drive in” – che ha interessato la popolazione scolastica delle scuole superiori di secondo grado e i relativi familiari, e che ha visto accertare il dato incoraggiante di soli 10 positivi su 2193 tamponi – l’azione di monitoraggio continuerà il 14 e 15 Novembre. Dalle ore 9:30 alle 13:30 e dalle ore 14:30 alle 19:30, sempre nella zona Stadio, il test rapido sarà riservato agli studenti delle scuole medie di Marsala, per i loro insegnanti e il personale non docente, nonché ai relativi nuclei familiari. Ancora in campo di monitoraggio l’Amministrazione ha già predisposto un’ordinanza, sentito il comando della Polizia Municipale, per la collocazione di stalli per il posteggio davanti a tutti i laboratori di analisi privati di Marsala in modo da permettere di fare tamponi in modalità drive in anche alle strutture private e mitigare rischi di contagio.

Anche da un punto di vista ospedaliero è garantita la massima attenzione dell’Amministrazione: “Abbiamo ottenuto che il reparto di pneumatologia venisse trasferito dall’ospedale di Trapani al nosocomio di Marsala – dice il sindaco Massimo Grillo – un risultato importante che garantisce il massimo dell’efficienza del nostro Ospedale nell’affrontare l’emergenza Covid 19”. A tale riguardo domani, dopo aver incontrato l’assessore regionale alla salute Razza, il sindaco incontrerà ancora il direttore dell’Asp di Trapani per controllare lo stato dell’arte del progetto esecutivo relativo al padiglione dedicato alle malattie infettive finanziato dalla Regione e per individuare insieme all’Asp strutture alternative sul territorio nel caso in cui, nell’attesa del padiglione, i numeri dell’emergenza dovessero prendere il sopravvento.

“La seconda ondata non coglierà il comune di Marsala impreparato – ha tenuto a rassicurare il sindaco Massimo Grillo; sappiate che, qualora malauguratamente dovesse essere necessario un secondo lockdown generalizzato, in queste settimane abbiamo approntato tutto per poterlo affrontare al meglio: abbiamo istituito il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per poter meglio aiutare le fasce sociali più deboli con aiuti veloci, concreti e in modo altamente professionale”.

Varie inoltre le iniziative dell’Amministrazione Grillo per aiutare concretamente quelle categorie che maggiormente stanno risentendo già delle prime restrizioni: imprese, bar, ristoratori, esercizi commerciali, artisti e operatori culturali. L’Amministrazione, inoltre, sta lavorando ad un Piano Emergenza Cultura e si sta occupando di velocizzare i pagamenti di quelle ditte che hanno effettuato lavori per conto del Comune di Marsala ma, al contempo, non hanno potuto incassare i relativi corrispettivi perché non in regola con il pagamento di tributi e tasse. L’Amministrazione sta facendo in modo di agevolare l’uso da parte di queste Ditte dell’istituto del ravvedimento che, in pratica, consente alle Aziende creditrici di introitare le somme dovute dal Comune dopo aver sanato la propria posizione, rateizzando o compensando i debiti verso l’Amministrazione stessa.

“Un piccolo gesto – sottolinea il sindaco di Marsala – ma che vuole essere un gesto di attenzione verso le attività produttive della città. Una burocrazia lenta e incapace di fare fronte alle esigenze della pandemia è una burocrazia senza Stato. È proprio in questi momenti invece che le Istituzioni si devono mettere al servizio dei cittadini e agevolare un rinnovato spirito di comunità”.

Il sindaco ha poi chiuso la diretta Facebook con un appello alla cittadinanza a <<consumare marsalese>>: “Comprare in questi giorni un capo d’abbigliamento, un profumo, una bottiglia di vino, un mazzo di fiori, una pianta, prendere un caffè o acquistare un pranzo o una cena d’asporto in un esercizio marsalese è il vero consumo consapevole! Abbiamo il dovere di tenere le luci accese dei nostri negozi e delle nostre aziende; e l’unico modo è consumare marsalese!”.

https://www.facebook.com/massimogrillo63/videos/840273489846208/

 

Media

views:
827
MarsalaLive