Che Banca - BANNER TOP

Pino Pace: “Servono in tempi brevi aiuti e ristori alle imprese, si rischia conflitto sociale”

Sui dati Bankitalia - "Se non arriveranno in tempi brevi aiuti e ristori alle aziende si rischia non soltanto il conflitto sociale ma anche l’esplosione di una piazza che finora in Sicilia ha tollerato con senso di responsabilità misure..."

“L’emergenza Covid, che ha messo in ginocchio l’economia siciliana, è stata una bomba deflagrata nel sistema delle imprese siciliane che hanno dovuto combattere per lunghi anni contro la crisi economica, iniziata intorno al 2008 dalla quale ancora in pochi si erano ripresi. I dati forniti dall’aggiornamento congiunturale di Bankitalia non fanno sconti e non possono che spingerci a una serie di riflessioni sulla situazione drammatica che stiamo vivendo e che ancora in molti, a vario titolo, non riescono a comprendere a fondo”. Lo dice Pino Pace, presidente Unioncamere Sicilia a commento dell’analisi di Banca Italia sullo stato dell’economia siciliana.

“Se non arriveranno in tempi brevi aiuti e ristori alle aziende – prosegue – si rischia non soltanto il conflitto sociale ma anche l’esplosione di una piazza che finora in Sicilia ha tollerato con senso di responsabilità misure restrittive, talvolta, anche eccessive. Tuttavia, prima che imprenditori siamo cittadini, che hanno a cuore la tutela della salute pubblica, ma abbiamo il dovere di svolgere fino in fondo il compito che ci è stato dato, cioè quello di tutelare le imprese, che significa tutelare anche i lavoratori. Tante aziende hanno già chiuso i battenti, chiediamo segnali chiari sia al governo regionale che nazionale”, conclude Pace.

views:
413
MarsalaLive