Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

“Dalla Rivoluzione francese al viaggio sulla luna, un progresso schiavo del denaro”

di Vittorio Alfieri - "Impariamo dalla storia. Il progresso scientifico della conquista spaziale perché visto l'enorme costo e il ritorno economico pari a zero, nessun pianeta del sistema solare..."

Marsala – Caro direttore, ieri è stata festa nazionale francese. Festa che corrisponde alla presa della Bastiglia avvenuta 230 anni orsono. Scelta della Bastiglia simbolica rappresentava il potere monarchico, ma non fondamentale per la rivoluzione. Il 20 luglio prossimo saranno 50 anni dall’allunaggio dell’Apollo 11, missione facente parte del programma spaziale, in piena guerra fredda, per determinare la supremazia USA URSS, e quindi allora altamente propagandistica e simbolica.

I due eventi sono annoverati tra quelli che hanno contribuito al progresso del mondo intero. La rivoluzione francese è stata propedeutica all’avvento della democrazia in Europa e non solo, basti ricordare la dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino che ha ispirato molte costituzioni vigenti, compresa la nostra, e la dichiarazione dei diritti dell’uomo ONU, organizzazione a cui hanno aderito ad oggi 193 nazioni del mondo su 206, che poi esistano molte, troppe, nazioni solo sulla carta democratiche è un’altra storia.

L’allunaggio simboleggiava il progresso dell’umanità alla conquista dell’universo conosciuto. Come sia possibile che il genere umano, in appena 230 anni in un caso, 50 anni nell’altro, abbia distrutto seppure parzialmente i progressi raccontati resta un mistero. No, non lo è: soldi.

Nel progresso democratico giova ricordare che secondo Forbes Oxfam, otto uomini, cito i più conosciuti Bezos, Gates, Zuckerberg, Arnault (Louis Vuitton) Ortega (Zara) possiede la ricchezza di metà, 3,6 miliardi di persone, quelle più povere, gli altri 3,6 miliardi, hanno necessità delle loro risorse, compresi noi italiani.

Il progresso scientifico della conquista spaziale perché visto l’enorme costo e il ritorno economico pari a zero, nessun pianeta del sistema solare è abitabile, da nessun pianeta è ad oggi possibile “sottrarre” risorse naturali a noi utili, non le possiedono. Svelato l’arcano o mutuando con un’accezione “forzata” Schopenhauer riposto il velo di Maya. Impariamo dalla storia.

Grazie dell’ospitalità.

Vittorio Alfieri

views:
267
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
di Vittorio Alfieri - "Impariamo dalla storia. Il progresso scientifico della conquista spaziale perché visto l'enorme costo e il ritorno economico pari a zero, nessun pianeta del sistema solare..."
MarsalaLive