Che Banca - BANNER TOP

La chiave della felicità? L’equilibrio tra Essere e Avere

"Come si potrebbe evitare la solitudine? Riappropriandoci del tempo, delle relazioni sociali, dell'importanza relativa degli oggetti di proprietà, evitando il logorio del lavoro sempre..."

L’importanza della filosofia come sport da praticare. In ragione di questo pensiero, andrebbe praticato assiduamente. Potrebbe essere utile leggere “Fuga dalla libertà” di Erich Fromm, autore di un altro capolavoro della filosofia novecentesca, Essere o Avere.

Il filosofo tedesco di famiglia ebraica sostiene nel saggio citato che “l’uomo per avere riconosciuto la propria identità, necessita dell’approvazione della società”.

L’approvazione avviene omologandosi e conformandosi alla società capitalista, che riconoscerebbe l’identità attraverso il consumismo e con il termine contemporaneo del mainstream, ossia il “pensiero unico”.

Il pensiero del filosofo è attuale e abbastanza pertinente rispetto alla nostra società. Ciò sarebbe la causa di una presunta libertà, determinando la “solitudine” dell’uomo la “fuga dalla libertà”.

Come si potrebbe evitare la solitudine? Riappropriandoci del tempo, delle relazioni sociali, dell’importanza relativa degli oggetti di proprietà, evitando il logorio del lavoro sempre e comunque più rilevante di tutto. Che poi non sarebbe altro che l’equilibrio tra “Essere o Avere” professato nell’altro saggio.

Condivisibile o meno il pensiero di Fromm, indiscutibile la filosofia come “cibo” e sport della mente.

Vittorio Alfieri

views:
903
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive