Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, i Garibaldi’s Watchers continuano la loro azione di monitoraggio civico

Team dell’Itet Garibaldi - L’obiettivo è capire se Marsala e tutta la Western Sicily possano diventare mete turistiche di rilevanza mondiale, se sole, mare, cibo e cultura possano trasformarsi...

Marsala – I Garibaldi’s Watchers, team dell’ITET Garibaldi, continuano la loro azione di monitoraggio civico. Esaurita la fase di studio degli open data, la squadra sta allargando l’analisi alle ricadute che la spesa europea ha sulla vita di un territorio. L’obiettivo è capire se Marsala e tutta la Western Sicily possano diventare mete turistiche di rilevanza mondiale, se sole, mare, cibo e cultura possano trasformarsi da vuoti slogan in driver del turismo.

L’indagine è cominciata con un’intervista al Prof. Giovanni Ruggieri, docente di Economia del turismo, che ha messo in evidenza la necessità di riorganizzare l’offerta turistica puntando sulle persone, con attività ed eventi che creino un “turismo relazionale” in cui i turisti non siano più semplici spettatori, ma diventino attori protagonisti del territorio che li ospita. Tutto ciò richiede una forte preparazione di tutti gli operatori, che non possono affidarsi al caso e all’improvvisazione.

Quindi i Garibaldi’s watchers hanno incontrato Mario Mix Ottoveggio e Fabio Alba, imprenditori turistici noti a Marsala per le loro iniziative innovative, che hanno entusiasmato i ragazzi raccontando idee ed esperienze, la difficoltà di costruire un turismo “esperenziale” e le strategie per “vendere” la destinazione Western Sicily sui mercati turistici internazionali.

Infine, l’ultima intervista ha visto protagonista l’associazione Nonovento, con la Presidente Sara Parrinello insieme a Federica Lombardo e Simona Piccione, giovani con competenze diverse, che hanno scelto di restare a Marsala con la volontà di spendersi sul territorio ed essere collante di esperienze diverse spesso scollegate fra loro. Nonovento è riuscita a coniugare archeologia, storia, arte e patrimonio enogastronomico in un percorso esperenziale unico. L’Associazione quest’anno, per la prima volta, ha portato a Marsala il festival “Le vie dei tesori”, aprendo e facendo rivivere, per tre weekend, luoghi spesso poco conosciuti. In periodo di bassa stagione l’iniziativa ha registrato più di 8.000 visitatori, un successo determinato anche dalla grande sinergia tra pubblico e privato. Una prima edizione che ha avuto anche buone ricadute economiche sul territorio e che dimostra che, pur tra mille difficoltà, la Città è pronta ad un vero decollo turistico.

“Grazie a questi incontri” dichiarano i Garibaldi’s watchers, “abbiamo capito che preparazione, marketing, inventiva imprenditoriale e sinergia pubblico-privato sono gli ingredienti da mettere insieme per costruire un sistema turistico compiuto, capace di creare ricchezza e lavoro. È risultato evidente che la destinazione turistica non può essere costituita da un singolo luogo e che non vi può essere sviluppo senza una reale sinergia; solo così il nostro patrimonio culturale può trasformarsi in attrattore.

Abbiamo raccolto tre testimonianze diverse e complementari che ci hanno consentito di affrontare punti di forza e di debolezza, in un percorso di crescita personale e professionale che vuole continuare a coinvolgere gli stakeholders e a fare un’attività di disseminazione che possa essere utile al territorio”.

Foto incontro NONOVENTO (3)

Foto incontro NONOVENTO (2)

Foto incontro NONOVENTO (1)

views:
448
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Team dell’Itet Garibaldi - L’obiettivo è capire se Marsala e tutta la Western Sicily possano diventare mete turistiche di rilevanza mondiale, se sole, mare, cibo e cultura possano trasformarsi...
MarsalaLive