Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Nessuna discriminazione nei confronti di Alì, solo un equivoco già risolto

Guido Roperti: "Nei giorni precedenti si sono verificati in altri locali episodi litigiosi tra i cui protagonisti anche alcuni ragazzi di colore, erano stati descritti ed era circolata anche una foto. Nel briefing..."

Marsala – Stamattina Marsala al risveglio, soprattutto per chi non aveva fatto tardi per festeggiare il sabato di carnevale, ha appreso una notizia che ha lasciato l’amaro in bocca. Un ragazzo di colore, Alì Omar Fofana, residente in città da 7 anni e conosciuto anche nell’ambiente calcistico, insieme ad altri suoi 4 amici non è stato fatto entrare al palazzetto dello sport, pur avendo acquistato i biglietti e il fatto lo ha raccontato sul suo profilo social di Facebook.

Lo abbiamo contattato e intervistato, e ci ha detto che il motivo del rifiuto fosse legato al colore della sua pelle.

L’evento ha scatenato il popolo dei social, già si erano schierati i pro e i contro come se si trattasse di un episodio di xenofobia,  siamo venuti a conoscenza che nel pomeriggio ci sarebbe stato un incontro tra le parti, in presenza dell’assessore allo sport Andrea Baiata.

Abbiamo interpellato l’organizzazione, uno dei suoi componenti Guido Roperti, molto conosciuto nell’ambiente della movida marsalese, che ci ha rilasciato la sua versione.

“Nei giorni precedenti – ha dichiarato Roperti – si sono verificati in altri locali episodi litigiosi tra i cui protagonisti anche alcuni ragazzi di colore, erano stati descritti ed era circolata anche una foto. Nel briefing pre serata, avevamo raccomandato particolare attenzione. Già ad inizio serata non avevamo fatto entrare alcuni ragazzi marsalesi, successivamente sono arrivati i giovani stranieri, uno somigliava al descritto e non è stato fatto accomodare, gli altri non lo hanno lasciato solo. La presenza nel palazzetto di altri giovani di colore esclude motivazione di carattere xenofobo. Nel pomeriggio, in presenza dell’assessore Baiata, ci siamo incontrati e chiariti, il tutto è stato frutto di un equivoco. Mi ha amareggiato la gogna social – conclude – non chiedendo la nostra spiegazione, cavalcata da chiunque. Ho comunque invitato i ragazzi per la prossima serata”.

Si è chiuso con un abbraccio, è stato un brutto fraintendimento.

Vittorio Alfieri

views:
1268
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Guido Roperti: "Nei giorni precedenti si sono verificati in altri locali episodi litigiosi tra i cui protagonisti anche alcuni ragazzi di colore, erano stati descritti ed era circolata anche una foto. Nel briefing..."
MarsalaLive