Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Dal Coronavirus al “coglionevirus” il passo è breve…

Delle accuse reciproche tra le istituzioni come sta accadendo sul Covid-19. Si potrebbe continuare all'infinito. È da sempre presente, si sconosce il vaccino o non si vuole utilizzarlo...

E’ psicosi coranavirus, eppure esiste un’altra nevrosi di cui è affetta la società e non ha generato il panico che il mondo e particolarmente lo stivale sta vivendo, ovvero il “coglionevirus”. Sicuramente ne è affetto lo scrivente, avendo l’idea di scriverne. È presente in coloro che pensano la colpa sia sempre degli altri, la classe politica della burocrazia.

Che noi si è comunque a prescindere migliori del prossimo, che la furbizia paghi sempre. Il prevaricatore che occupa i marciapiedi, sosta in doppia, tripla fila, il bullo. Il bullo di ogni età, dei genitori che non stigmatizzano il comportamento dei propri figli, ma pronti ad additare quello degli altri ragazzi che ricorrono al Tar per la bocciatura della prole.

Delle persone che travisano i valori quali libertà (di offendere e sparare stupidaggini), uguaglianza (di competenze e meritocrazia), legalità (difesa anche con la coartazione a prescindere). Di recarsi negli stadi calcistici, comportarsi violentemente e incitare alla stessa e alla xenofobia. Di evadere il fisco, e con le risorse di chi non lo evade usufruire del welfare, da esse finanziate.

Dei social utilizzati come clave, fucina della tuttologia. I talk show che diventano luoghi di sceneggiate futili e false. Della caccia agli untori, nelle comunità, sportive, politiche e professionali. Della simpatia a tutti i costi, di gaffe e sgarberia.

Delle accuse reciproche tra le istituzioni come sta accadendo sul COVID-19. Si potrebbe continuare all’infinito. È da sempre presente, si sconosce il vaccino o non si vuole utilizzarlo, difficilissimo da debellare il “coglionevirus”.

Ad maiora semper.

Viceversa

views:
941
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Delle accuse reciproche tra le istituzioni come sta accadendo sul Covid-19. Si potrebbe continuare all'infinito. È da sempre presente, si sconosce il vaccino o non si vuole utilizzarlo...
MarsalaLive