Marsala 1964, tragedia nella Laguna dello Stagnone: Sindaco e Diego Maggio ricordano le 17 vittime

"Oggi avremmo voluto commemorare le vittime di quella disgrazia...". "C'erano quattro miei compagni e il mio maestro di quella Quarta Elementare. E anche due diciassettenni oratoriani marsalesi..."

Marsala – Ricorre oggi un tristissimo Anniversario per Marsala. Era il 1964 e una gita in barca nella Laguna dello Stagnone, organizzata dai “Salesiani”, si trasformò in tragedia: 16 studenti e un sacerdote annegarono nelle acque di fronte l’isola di Mozia.

“Oggi avremmo voluto commemorare le vittime di quella disgrazia – afferma il sindaco Alberto Di Girolamo – ma le restrizioni di questo periodo emergenziale lo vietano. Sono certo che avremo occasione di ricordare, istituzionalmente, quella infausta giornata che addolorò le famiglie di quei giovani, la nostra Città e l’Italia intera”.


Ricorre oggi il 56° anniversario della più grande sciagura che Marsala ha subito nel dopoguerra: i diciassette annegati nello Stagnone. Era una gita dei Salesiani, della Casa Divina Provvidenza. C’erano quattro miei compagni e il mio maestro di quella Quarta Elementare. E anche due diciassettenni oratoriani marsalesi: Nino Messina e Carmelo Orlando. C’è uno spiazzale adesso, a Punta Palermo: davanti all’Isola Lunga. Una data che (anche in pieno confinamento da pandemia) segna la Festa del Lavoro (quello che ormai scarseggia un po’ dovunque) non solo in Italia, dovrebbe diventare per la nostra città la Giornata del Ricordo.

DIEGO MAGGIO

views:
1100
MarsalaLive