Lettera a Papa Francesco per la celebrazione dei matrimoni religiosi anche di domenica

"Padre Santo, sono il presidente di Ristoworld Italy... La ripresa sarà lenta e già oggi registriamo difficoltà legate al 2020 e al 2021, anno deputato alla riprotezione di numerosi matrimoni..."

Riceviamo e pubblichiamo

Il presidente di Ristoworld Italy, associazione nazionale di cucina, turismo e ristorazione, ha scritto a Papa Francesco per chiedere alcune concessioni in deroga sulla possibilità di celebrare il Matrimonio religioso di domenica e all'aperto con la possibilità di farlo anche in quaresima.

Di seguito il testo della lettera inviata da Marcello Proietto di Silvestro presidente dell’Associazione Ristoworld Italy, al Santo Padre Papa Francesco.

11 Maggio 2020 – prot.int. 11052020

Padre Santo, Sono il presidente di Ristoworld Italy, associazione che annovera fra gli iscritti ristoratori, operatori del turismo, personale di sala ed altro ancora: l’emergenza Covid 19 ha messo in ginocchio questo comparto e, soprattutto, il settore dei matrimoni e del wedding. La ripresa sarà lenta e già oggi registriamo difficoltà legate al 2020 e al 2021, anno deputato alla riprotezione di numerosi matrimoni spostati ad altro periodo, per via delle limitazioni del Governo anche alle celebrazioni religiose.

Sono a chiedere a Vostra Santità un aiuto concreto e paterno e la possibilità di prendere in considerazione queste nostre richieste per il periodo 2020-2022:

Permettere la Celebrazione del Sacramento del Matrimonio nelle giornate di domenica, concordando con gli Sposi e il sacerdote della parrocchia la possibilità di celebrarlo durante la Santa Messa Domenicale già programmata o con Celebrazione autonoma in altro orario;

Permettere la Celebrazione del Sacramento del Matrimonio durante il periodo di Quaresima (escluso i Venerdì di Quaresima e tutta la Settimana Santa e, ovviamente, il giorno di Pasqua);

Permettere la Celebrazione del Sacramento del Matrimonio all’esterno di Ville e Sale Ricevimento che abbiano caratteristiche ritenute, dalle Curie Vescovili di pertinenza territoriale, in linea con i requisiti per la celebrazione di una Santa Messa all’aperto.

Queste iniziative potrebbero aiutare anche alcune coppie di futuri Sposi che, scoraggiati dalle problematiche inerenti la tempistica e le giornate, hanno deciso di non celebrare più il matrimonio con Rito Cattolico, privandosi del suggello sacramentale.

Nella fiducia di un benevolo accoglimento, preghiamo per Vostra Santità e imploriamo la Sua Apostolica Benedizione.

Marcello Proietto di Silvestro

views:
1660
MarsalaLive