Lo Curto: “Nello statuto siciliano norma per riconoscere gli svantaggi derivanti dall’insularita”

Sicilia, insularità - "Avviato iter al parlamento nazionale per modifica costituzionale. Tutti i siciliani devono avere la piena consapevolezza di quanto davvero pesi la condizione di insularità che pregiudica tutti..."

“Avviato alla Camera dei deputati ed al Senato (atti C2245 e S1792) l’iter per la modifica costituzionale allo Statuto siciliano che prevede il riconoscimento della condizione di svantaggio derivante dall’insularità. La legge voto approvata dall’Ars, di cui sono stata prima firmataria e che modifica l’articolo 38 dello Statuto, è oggi vicina al traguardo e sancirà il principio della compensazione degli svantaggi che costano al popolo siciliano 5 miliardi di euro l’anno.

Dire che sono felice per questo obiettivo ormai a portata di mano è poco. Quando è iniziato l’iter all’Ars era quasi illusorio pensare ad un risultato concreto. Ora spetta ai deputati ed ai senatori, soprattutto a quelli eletti in Sicilia, al di là di ogni schieramento o partito politico, fare la propria parte per mettere fine ad una assurda disparità che non ha permesso lo sviluppo compiuto della Sicilia.

Tutti i siciliani devono avere la piena consapevolezza di quanto davvero pesi la condizione di insularità che pregiudica tutti gli aspetti della vita quotidiana. Aprire un’impresa, produrre merci, trasportarle, viaggiare, utilizzare l’energia elettrica o il gas, acquistare beni di consumo in Sicilia ha un costo e una difficoltà superiori a quella che ha in qualsiasi altra regione d’Italia.

La condizione di insularità, e il superamento degli svantaggi derivanti da essa, non è limitata al solo problema della continuità territoriale ma è molto più estesa e complessa e investe tutti gli aspetti, economici e sociali, che vanno dal mancato sviluppo al deficit di infrastrutturazione dell’Isola. L’inserimento della condizione di insularità all’interno dello statuto della Regione siciliana darà al tema piena dignità costituzionale rendendo di fatto obbligatorio coordinare sempre la legislazione nazionale con tale disposizione e determinando la necessità dell’approvazione di misure di compensazione a favore della Sicilia.

Ed inoltre verrà riequilibrata la compartecipazione della Regione alla finanza pubblica, elemento, questo, che mette in bonis i conti pubblici della Sicilia dopo anni depredamento. Annuncio sin d’ora la richiesta di convocazione della Commissione bilancio dell’Ars, alla presenza dell’assessore Armao, che questa iniziativa ha caldeggiato e stimolato, proprio per descrivere nel dettaglio ai siciliani i benefici conseguenti sul piano economico di tale nuovo principio inserito nello Statuto”.

Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.

views:
243
MarsalaLive