Non Tanto Positivid - Tikke e Due Cabaret

Abbellito e reso più funzionale il centro di raccolta semplificato (isola ecologica) del Signorino

Con il posizionamento dei cassoni elettrici. "Nell'isola ecologica si è provveduto a sostituire i vecchi cassoni motorizzati con altri di nuova generazione e soprattutto a induzione elettrica"

Marsala – Da oggi il Centro di raccolta comunale Semplificato del Signorino, più comunemente conosciuto come Isola Ecologica, si presenta più funzionale, più ordinato e più operativo. L’input è stato dato dall’Amministrazione che ora si mostra soddisfatta di quanto è stato attuato.

“Nell’isola ecologica del Signorino – sottolineano il sindaco e il vice – si è provveduto a sostituire i vecchi cassoni motorizzati con altri di nuova generazione e soprattutto a induzione elettrica. Tutto questo con grandi vantaggi fra cui quelli della migliore funzionalità e soprattutto del minor inquinamento acustico e ambientale”.

Nel Centro di raccolta comunale semplificato operativo dalle ore 7:00 del mattino alle ore 19:00 del pomeriggio, gli utenti potranno depositare oltre ai rifiuti in forma differenziata: vetro, carta, organico, plastica, metalli, ecc. anche quelli tessili visto che all’interno dell’Isola vi sono gli appositi contenitori. A breve termine, ancora, si potranno smaltire pure gli sfalci delle piccole potature.

“Inoltre – continuano i due amministratori – per un ulteriore lasso di tempo, abbiamo anche stabilito che gli abitanti della zona il martedì e il venerdì, possano smaltire il residuo secco conferendolo sempre con l’utilizzo del mastello, in un apposito mezzo posizionato all’esterno dell’Isola ecologica del Signorino che, diversamente dal passato, diviene da oggi permanente e non più limitata al solo periodo estivo”.

Intanto l’Amministrazione visto che Energetikambiente non ha ancora provveduto alla realizzazione di due ecoisole previste nel contratto d’appalto sullo smaltimento differenziato dei rifiuti ha deciso di sostituirsi alla stessa ditta e di realizzarle propria sponte, salvo poi richiedere le somme spese e le penalità previste a Energetikambiente.

“Abbiamo atteso fin troppo – concludono sindaco e vice. Realizzeremo noi le ecoisole di piazza Marconi (Porticella) e di piazza Francesco Pizzo (ex Inam). E’ chiaro che poi chiederemo il dovuto risarcimento. Le due ecoisole non saranno libere ma potranno essere fruite tramite l’utilizzo della Tessera Sanitaria”.

views:
288
MarsalaLive