Salvatore Ombra: “Non mi stupirebbe un rinvio a giudizio”

"Se oggi mi trovassi nelle stesse condizioni degli anni 2010/2011, adotterei le stesse identiche misure che ho adottato allora, perché sono fermamente convinto della bontà del lavoro fatto e..."

A proposito di alcuni articoli di stampa sulla richiesta di rinvio a giudizio per gli amministratori di Airgest per gli accordi di comarketing con Ryanair, non mi stupirebbe un rinvio a giudizio, che considero un atto dovuto, perché il gup rinvierà il merito alle decisioni del processo; confido che sarà ristabilita giustizia, data l’infondatezza delle accuse, visto che la gestione è stata caratterizzata da massima trasparenza contabile e procedurale, nel rispetto dei principi amministrativi vigenti.

È, infatti, un processo fortemente tecnico che non riguarda la distrazione da parte di noi amministratori di nemmeno un euro di somme pubbliche, e questo ci tengo a sottolinearlo, e per di più non solo le nostre azioni non hanno danneggiato economicamente Airgest, ma se noi quattro presidenti del consiglio di amministrazione, non avessimo fatto ciò che abbiamo fatto, oggi l’Airgest non ci sarebbe più.

Aggiungo ancora, che se oggi mi trovassi nelle stesse condizioni degli anni 2010/2011, adotterei le stesse identiche misure che ho adottato allora, perché sono fermamente convinto della bontà del lavoro fatto e messo in campo.

Diversamente avremmo compromesso in maniera seria e irreversibile la vita stessa dell’aeroporto.

Salvatore Ombra

views:
380
MarsalaLive