La “Musica pericolosa” di Nicola Piovani a Segesta: il premio Oscar in concerto al Teatro Antico

Per le Dionisiache, il Festival diretto da Nicasio Anzelmo in programma per tutto il mese di agosto. Martedì 18, alle 21, il celebre pianista e compositore, premio Oscar per la colonna sonora del film La vita è bella...

Nicola Piovani in concerto al Teatro antico di Segesta per le Dionisiache, il Festival diretto da Nicasio Anzelmo in programma per tutto il mese di agosto. Martedì 18, alle 21, il celebre pianista e compositore, premio Oscar per la colonna sonora del film La vita è bella di Benigni, porterà in scena La musica è pericolosa, un racconto musicale che percorre con parole e suoni alcune tappe della vita del Maestro, quelle in cui si è trovato dinanzi alla pericolosità seduttiva della musica: la scoperta di grandi autori, il fascino delle bande musicali, la potenza di una canzonetta.

Piovani accompagnerà il pubblico in un viaggio che rivelerà i frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, Fellini, Magni, registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione e cantanti strumentisti.

Alternando brani teatralmente inediti e nuovi arrangiamenti delle sue più note composizioni, Piovani darà vita ad un racconto fatto non solo di parole e musica, ma anche di immagini: quelle che Luzzati e Manara hanno dedicato alla sua opera musicale e quelle di film e spettacoli che ha musicato. Lì dove la musica non può arrivare supplisce la parola, ma è la musica, lingua universale dell’anima capace di esprimere “ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere”, a fare da padrona e a riempire la scena.

“La musica è pericolosa come lo sono tutte le cose profondamente belle: ci cambiano, a volte ci ammaliano di bellezza, come gli innamoramenti adolescenziali”, commenta Piovani.

Insieme al pianoforte di Piovani, Rossano Baldini a tastiere e fisarmonica, Marina Cesari al sax/clarinetto, Pasquale Filastò al violoncello/chitarra/mandolino e Marco Loddo al contrabbasso.

Nel rispetto delle norme per prevenire la diffusione del Covid 19, i posti al Teatro antico di Segesta saranno distanziati con piante aromatiche di lentisco e rosmarino.

Nell’ambito del Festival diffuso, mercoledì 19 agosto alle 21, alla Grotta Scurati di Custonaci, Al chiar di luna. Storie, musiche e canzoni della memoria, con Angelo Tosto e con i musicisti Gionni Allegra, Puccio Castrogiovanni e Marco Corbino.

Angelo Tosto, mattatore sul palcoscenico, ripercorrerà storie, aneddoti e racconti che costituiscono il nostro patrimonio e la nostra memoria. I musici sul palcoscenico saranno pure loro i protagonisti di un’articolata e ricca riproduzione del nostro passato attraverso i ricordi dei personaggi, con parole e ballate dal sapore antico ed evocativo.

Il costo dei biglietti varia a seconda dei pacchetti scelti o delle riduzioni previste; tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.dionisiache.it (per consentire un più rapido svolgimento delle operazioni al botteghino suggeriamo di portare già compilato il modulo di “registrazione spettatore” che si può scaricare a questo link https://bit.ly/2DyjrOt).

foto: Francesco Prandoni

views:
345
MarsalaLive