Antonino Gerardi candidato al Consiglio comunale nella lista “Marsala al Via-Ora Sicilia al Centro”

"La mia candidatura è nata dalla volontà di mettermi al servizio della città di Marsala e di tutti voi, al servizio del bene comune. Interessarsi con la dovuta attenzione e cura al nostro territorio, bene comune..."

Amministrative 4 – 5 ottobre 2020: spazio elettorale a pagamento (Legge n. 28 del 22 Febbraio 2000)

Vi presentiamo i candidati al Consiglio comunale di Marsala. ANTONINO GERARDI, candidato al Consiglio Comunale nella lista MARSALA AL VIA-ORA SICILIA AL CENTRO, che sostiene il candidato sindaco MASSIMO GRILLO.

Marsala – Un Saluto a tutti, mi chiamo Antonino Gerardi 46 anni, sono sposato con Benedetta e ho due figlie Martina e serena. Sono nato e cresciuto a Marsala. Perito Agrario è Agrotecnico, specializzazione in Tecnico Ambiente e gestione spazi verdi. Lavoro presso il Liceo Scientifico “V. Fardella” – Liceo Classico “L. Ximenes” di Trapani in qualità di Tecnico di Laboratorio di Biologia/Chimica.
Certo per me una nuova avventura.

È con gratitudine, senso di responsabilità, grande umiltà e con la giusta dose di timore che ho accettato di candidarmi come consigliere Comunale.

La mia candidatura è nata dalla volontà di mettermi al servizio della città di Marsala e di tutti voi, al servizio del bene comune. Interessarsi con la dovuta attenzione e cura al nostro territorio, bene comune per le persone che lo abitano e le cose che lo costituiscono; ricchezza da perseverare, valorizzare e da consegnare ai nostri figli.

Affrontare questi temi sull’ascolto ed il continuo confronto prima di ogni decisione.

Solo così ognuno di noi può contribuire al buon funzionamento della nostra amministrazione; ognuno di noi può adoperarsi nel cercare le soluzioni per i veri problemi della nostra Marsala e delle nostre contrade abbandonate da tanti anni; ognuno di noi può intervenire per il raggiungimento di un traguardo migliore. Solo così la partecipazione non resterà semplicemente una parola.

Questo per me è fare politica: amministrare per gli altri e non per sé stessi, per tutti e non per pochi. Politica per me vuol dire Servizio e non potere. Questo è il valore etico della politica, che forse un po’ è andato perso.

La comunanza delle persone va oltre un colore o una particolare appartenenza, va oltre l’ideologia politica; e con grande rammarico devo constatare che la politica in questo particolare momento, è diventata sempre motivo di divisione e non di unione, di scontri e non di confronti, questo modo di intendere la politica a me non appartiene.

Non vestirò i panni dell’irraggiungibile, ma al contrario mi confonderò tra di voi, prestando le mie orecchie e dando voce ai vostri problemi. Il mio amore per MARSALA, non nasce in campagna elettorale ma è un amore che parte dal mio cuore, dobbiamo cambiare rotta ora non domani.

Ma un vero grazie vada pure e consentitemi di aggiungere soprattutto, ai miei genitori, persone che mi hanno educato alla socialità, all’umiltà, all’altruismo come mi auguro sia accaduto alla maggior parte di voi. Ed infine ringrazio tutte le famiglie e amici che mi hanno già aperto la porta di casa ed accolto come uno di loro.

La prima cosa in ordine sparso ma urgente che affronterei con decisione, rivedere e migliorare il piano rifiuti, premiare i cittadini Marsalesi che mettono in pratica la raccolta differenziata finalizzata ad un corretto sistema di smaltimento dei rifiuti. Più ricicli più risparmi. Incentivare la raccolta differenziata. Come? Attraverso l’applicazione di buoni della spesa, sconti sulla benzina, Eco bonus e sconti nei negozi del proprio quartiere, sgravi sulla tassa sui rifiuti, che potrebbero arrivare fino al 80% di risparmio per tutti, con interventi urgenti e straordinari di bonifica di tutte le discariche abusive di marsala.

E ora di aprire un tavolo tecnico e programmatico che riguardi:

– Porto, e aeroporto, indispensabili per lo sviluppo della nostra economia e del turismo;

– Apriamo i Parchi archeologici, spazi come villa Cavallotti e villa Genna possono ospitare attività di ristorazioni, bar, e gelaterie, Marsala ha grandi risorse, sfruttiamole;

– Recuperiamo la Riserva dello Stagnone, che non può più essere gestita da un ente che non esiste;

– La tutela della costa;

– Il rilancio della viticoltura, molti di noi ci troviamo spesso a parlare ed a cercare di trovare soluzioni per dare fiducia a chi con sacrificio porta avanti un’attività agricola, dando anche lavoro a molte famiglie e trovando un muro visto che il comune di Marsala non ha un assessore all’Agricoltura. Credo sia utile che il prossimo Sindaco di Marsala possa creare una commissione permanente esterna, un tavolo tecnico e programmatico fatto di personalità variegate in ogni ramo che sappiano di cosa ha bisogno quel determinato settore, una commissione che dialoghi continuamente con la Regione Sicilia con l’assessore al ramo e con l’intera amministrazione affinché insieme si trovi le soluzioni ai problemi e all’individuazione di sbocchi e strade nuove che diano nuova linfa ad uno dei volani della nostra economia e faccia sì che la nostra Marsala riparta dalle eccellenze che tutto il mondo ci invidia. Oggi, è importante rivendicare la nostra storia e vocazione agricola, affinché qualsiasi politico del territorio abbia l’obbligo e, il dovere di lavorare a tutela dell’agricoltore e del suo reddito;

– L’utilizzo delle aree dismesse;

– Centri sociali per disabili;

– Campus estivi per bambini e ragazzi;

– Risistemare con atti concreti sia le strade che l’illuminazione pubblica;

– Migliorare i servizi pubblici locali con nuovi pullman e nuovi concorsi per assumere autisti, con più orari durante la giornata;

– Più decoro, più parchi e verde pubblico, più giardinieri;

– Ripristinare i cosiddetti consiglieri di quartiere;

– Concorsi per nuovi Vigili Urbani stagionali;

– Convenzioni con associazioni di volontariato per vigilanza del territorio;

– Piste ciclabili;

– Un Progetto per il rinnovamento della rete idrica;

– Progetti che prevedono interventi straordinari di riqualificazione delle contrade e piazze cittadine;

– Potenziare l’Ospedale P. Borsellino di Marsala (potenziamento in reparti e in macchinari), condizioni indecenti al Pronto Soccorso: “Mi vergogno, le persone al Pronto Soccorso vengono trattate come bestie. Aspettano fuori sotto il sole, sotto il sereno. Non c’è una sala di attesa e non ci sono servizi igienici”.

“Chi rinuncia ai propri sogni è destinato a morire”. Non rinunciate ai propri sogni. Cambiare si può, basta volerlo.

• Ai marsalesi bisogna ridare l’orgoglio di essere cittadini di una importante città, che accolga i turisti e li faccia sentire bene e pronti a fare da calamita quando ritorneranno alle loro residenze… CAMBIAMO MARSALA INSIEME!

Grazie a tutti.

Antonino Salvatore Gerardi

views:
626
MarsalaLive