10 C
Marsala
mercoledì, 26 Gennaio 2022

Contattaci

E’ un odontoiatra no-vax l’uomo beccato col braccio in silicone all’hub vaccinale

Si chiama Guido Russo ed era stato sospeso dall'Ordine dei medici. Comprata su Amazon la protesi usata nella tentata truffa. L'infermiera che lo ha scoperto: "Mi ha chiesto di prestarmi alla sceneggiata"

Filippa Bua: “Si trattava di un braccio in gommapiuma, nascosto sotto una felpa con la cerniera”

Non poteva più lavorare nel suo studio dentistico a Biella e per questo Guido Russo, 57 anni, ha deciso di provare a farsi vaccinare usando un braccio di silicone. Non poteva lavorare perché essendo un noto “no vax” era stato sospeso dell’Ordine dei medici. Per tornare quindi operativo ha provato a organizzare la truffa che ha fatto il giro del web. Ora, oltre appunto alla denuncia per truffa, rischia anche la radiazione.

Non chiedeva il green pass – Del suo essere no vax ne faceva un vanto tanto è vero che sullo studio di Guido Russo in viale Roma a Biella campeggiava un cartello che così recitava: “La presentazione del green pass è esclusivamente VOLONTARIA”. Si nascondeva dietro la questione della privacy ma in realtà era contrario non solo alla carta verde ma anche al vaccino. In tutta Biella è l’unico medico sospeso dall’ordine proprio per non essersi sottoposto alla vaccinazione anti covid. Una scelta che però ha provato ad aggirare con lo stratagemma del braccio in silicone.

Braccio in silicone comprato su Amazon – La delirante sceneggiata era stata quasi annunciata dallo stesso Guido Russo. O almeno è quello che sui social circola. Un post del 24 novembre, ora rimosso, scritto da Giuseppe Maria Natale (ma col profilo in cirillico) diceva “ma se vado con questo se ne accorgono? Magari sotto sto busto metto pure qualche altro indumento per evitare di far arrivare l’ago al braccio vero”. Il post su Twitter rilanciava un link di un prodotto Amazon, un busto in silicone che avrebbe dovuto servire a chi lo indossava di mostrare dei muscoli da body builder. Più un costume da carnevale che un costume di scena hollywoodiano.

Scoperto dall’infermiera ha provato a impietosirla – Ma non è andata bene a Guido Russo che al momento dell’inoculazione al centro vaccinale Biver Banca di Biella si è trovato di fronte un’infermiera onesta che lo subito scoperto. Lui ha anche tentato di farla franca con una battuta: “Vorrà mica che abbia tutti questi pettorali”, ha detto ridendo per poi chiedere di “chiudere un occhio” nell’estremo tentativo di impietosire l’infermiera. Ma Filippa Bua non ci ha pensato un attimo, lo ha subito portato dal medico di turno, firmando con lui il verbale allegato alla denuncia. Una storia che ha fatto il giro dei social e che potrebbe costare molto cara a Guido Russo.

NO VAX COL BRACCIO IN SILICONE, L’INFERMIERA CHE LO HA SCOPERTO: “MI HA CHIESTO DI PRESTARMI ALLA SCENEGGIATA”. FILIPPA BUA: “SI TRATTAVA DI UN BRACCIO IN GOMMAPIUMA, NASCOSTO SOTTO UNA FELPA CON LA CERNIERA”

“Non era proprio silicone, sembrava più gommapiuma. Una volta scoperto mi ha chiesto anche di chiudere un occhio e procedere senza dire niente”. A “Pomeriggio Cinque” parla Filippa Bua, l’infermiera che ha scoperto un 50enne no vax che si è presentato nell’hub vaccinale di Biella con un braccio finto pur di ottenere il Green pass. L’uomo, che è stato denunciato, sarebbe un operatore sanitario sospeso dal servizio perché non vaccinato.

“Era molto gentile – ha raccontato in collegamento l’infermiera – aveva una felpa con una cerniera, al di sotto della quale aveva una t-shirt. Poi mi ha mostrato il braccio, calandosi un po’ la manica della felpa e alzando quella della maglietta. Ma ho capito subito che qualcosa non andava”. Bua, infatti, ha riconosciuto subito che quel braccio non poteva essere vero: “Sembrava gommapiuma – ha spiegato – ma era palese fosse finto, il colore della carnagione era completamente diverso da quello della sua pelle”.

Il presidente della regione Piemonte, Alberto Cirio, anche lui in collegamento con il programma di Barbara d’Urso, ha voluto condannare l’episodio: “Crediamo nelle regole e nella scienza – ha detto Cirio – la nostra infermiera è stata straordinaria a capire cosa stesse accadendo e questo episodio deve essere punito con rigore”.

Col braccio in silicone a fare il vaccino, per avere Green pass con inganno: 50enne denunciato

ULTIME NOTIZIE

ATTUALITà

OPINIONI

Scrivi a Marsala Live

GIRA VOTA E FIRRIA

società

Seguici su