32 C
Marsala
martedì, 16 Agosto 2022

Contattaci

“Crisi Ente Luglio Musicale Trapanese: anche Butera si dimette senza essersi nemmeno insediato!”

La Uilcom sollecita l'incontro tra la dirigenza dell'ente e le organizzazioni sindacali. Francesco Silvano: "Non è più tollerabile assistere alla gestione di un Teatro di 'tradizione"', da professionisti privi di esperienza..."

Visto il protrarsi della condizione drammatica vissuta dal Luglio Musicale Trapanese, che se non fosse tragica per la città di Trapani e per i dipendenti dell’Ente, potrebbe essere equiparata ad una commedia del teatro dell’assurdo, con colpi di scena e buchi nell’acqua registrati uno dietro l’altro dall’attuale governance dell’Ente, la scrivente Organizzazione Sindacale ritiene doveroso intervenire nuovamente sulla questione, chiedendo di anticipare entro le prossime 48 ore il confronto tra Teatro e Organizzazioni Sindacali previsto per il 7 luglio p.v..

Non è più tollerabile né per le parti sindacali né per i lavoratori del Luglio musicale né tantomeno per la cittadinanza trapanese, continuare a vedere gestita la forte crisi in cui versa un Teatro di tradizione che vanta 74 anni di storia, attraverso comunicati stampa nei quali il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, nella qualità di Presidente del Luglio Musicale, tenta di minimizzare i problemi e di tranquillizzare l’opinione pubblica confidando nell’operato dei vari amministratori che si sono susseguiti negli ultimi mesi e che invece si è rivelato fallimentare.- Lo testimoniano le continue dimissioni dagli incarichi affidati.

Non è più tollerabile assistere alla gestione di un Teatro di “tradizione”, quale il Luglio Musicale trapanese, da professionisti privi di esperienza e di quelle caratteristiche peculiari che organizzazioni teatrali di tale livello dovrebbero considerare essenziali per il reclutamento del loro management e delle direzioni artistiche con ricadute a spese di un baluardo del sistema culturale della Provincia di Trapani, senza poi rispondere degli eventuali danni prodotti dalla loro incompetenza.

Per debito di trasparenza nei confronti dell’opinione pubblica della città di Trapani e dell’intera Provincia, che vantano la presenza nel territorio di uno dei due teatri di tradizione della Sicilia, la scrivente Organizzazione Sindacale ha deciso di anticipare, indicandoli nel presente comunicato, i quesiti che verranno posti alla governance del Luglio musicale in occasione del confronto tra il Teatro e le Organizzazioni Sindacali, che si spera possa avere luogo entro le prossime 48 ore.

Confidiamo sulla disponibilità del Presidente e dell’intero Consiglio d’Amministrazione del Luglio Musicale affinché colgano, in questa iniziativa del Sindacato, l’occasione per rendere più trasparente e comprensibile il loro operato rispetto a quanto finora fatto.

ELENCAZIONE  DEI QUESITI CHE LA UILCOM SOTTOPORRA’ ALLA GOVERNANCE

DELL’ENTE LUGLIO MUSICALE TRAPANESE

  1. L’Ente ha approvato il bilancio d’esercizio al 31/12/2021 ?
  2. Qual è la situazione contabile e finanziaria relativa all’esercizio 2021?
  3. Quanto è costata la stagione lirica e a quanto ammontano i costi generali relativi allo stesso esercizio finanziario?
  4. I costi per la stagione lirica e quelli generali relativi al 2021 sono in linea con quelli consolidati nel periodo anteriore alla pandemia ovvero: sono diminuiti oppure aumentati?
  1. Come mai l’Ente non ha ottenuto, per il 2021, l’incremento del contributo che il MiC aveva

previsto e che è stato ottenuto da 26 teatri di tradizione italiani sui 28 finanziati?

  1. L’Ente ha già scritturato tutti gli orchestrali, i coristi e  le altre professionalità

artistiche occorrenti per realizzare la stagione lirica 2022?

  1. Chi si occupa di svolgere materialmente l’attività di reclutamento delle masse artistiche

e degli assistenti di palcoscenico per conto dell’Ente?

  1. Nell’area della direzione artistica e di produzione quanti addetti esterni operano, con quali remunerazioni e con quali risultati all’atto quantificabili?
  2. Le scenografie relative alle opere programmate sono state noleggiate, sono di proprietà

dell’Ente o ne è prevista la costruzione utilizzando maestranze dell’Ente?

  1. Qualora fosse stata prevista la costruzione di scenografie, queste sono già pronte, vista

l’imminenza della stagione lirica?

  1. L’Ente ha prodotto al Ministero della Cultura la dichiarazione di avere saldato le spettanze degli artisti impiegati nella stagione lirica 2021, necessaria per ottenere l’erogazione del saldo del contributo assegnatogli per lo stesso anno?
  2. L’Ente ha subito azioni esecutive da creditori per morosità? Se sì, quante procedure esecutive sono in essere e per quali importi?
  3. Quali sono i costi che l’Ente sosterrà per il concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, programmato per Luglio, con la direzione d’orchestra dell’ex direttore artistico, Maestro Beltrami?
  4. Come mai si è deciso di scritturare un’altra orchestra quando l’Ente disponeva di una sua orchestra sinfonica e avrebbe potuto realizzare il concerto in questione avvalendosi della stessa e ammortizzando costi di produzione?
  5. Il direttore artistico Roccaro, in base al contratto di direzione artistica stipulato con l’Ente, è tenuto ad elaborare il consuntivo ministeriale e a monitorare in corso d’opera la rispondenza dei dati qualitativi e quantitativi della stagione, con i parametri ministeriali di riferimento per la conferma del contributo assegnato?

 

Il Responsabile Territoriale UILCOM

Francesco SILVANO

ULTIME NOTIZIE

ATTUALITà

OPINIONI

Scrivi a Marsala Live

GIRA VOTA E FIRRIA

società

Seguici su