19.4 C
Marsala
lunedì, 3 Ottobre 2022

Contattaci

Torre di Scopello, “Presidi militari, dal Camilliani al Regio esercito”: venerdì 22 luglio

L'ingresso al pubblico è gratuito, fino ad esaurimento posti. Previsto l'allestimento di un rinfresco a base di prodotti tipici locali. Convention sui sistemi difensivi dell'isola...

Torre di Scopello, in programma – venerdì 22 luglio – “Presidi militari, dal Camilliani al Regio esercito”, Convention sui sistemi difensivi dell’isola, corroborata da un’esposizione di veicoli rivoluzionari usati durante lo sbarco del 1943. Previsto altresì l’allestimento di un rinfresco a base di prodotti tipici locali.

All’evento, che avrà inizio alle ore 18, si discuterà, tra le altre cose, del modo in cui l’incredibile impervietà di questa parte di costa abbia da sempre rappresentato un incubo per gli invasori, che dal mare dovevano risalire verticalissimi muri di roccia — e per lo stesso motivo, uno stimolo allo sviluppo di tecnologie militari più adeguate e performanti. Un territorio, insomma, quello di Scopello, che ha ispirato vere e proprie rivoluzioni nel settore ingegneristico e culturale.

Infatti, gli avventori potranno ammirare tra i mezzi militari esposti anche i modelli originali di Jeep della Willys, abbandonate dagli Americani dopo la seconda guerra mondiale, oggi gelosamente custodite da collezionisti locali e ammirate per l’ideale di avventura e libertà che rappresentano.

Al convegno interverranno gli storici e ricercatori Pippo Lo Cascio e Attilio Albergoni; Flavio Messina, membro G.R.S.S.O. “Ricostruzione eventi bellici in Sicilia”; nonchè gli esperti collezionisti Francesco Giustiniano e Davide Giammanco.

“Abbiamo deciso di mettere a disposizione la location per raccontare al meglio un pezzo affascinante di storia siciliana, fatta non solo di eventi bellici in senso stretto, ma anche di progresso tecnologico e sociale” — dichiarano gli organizzatori dell’evento Pierluigi e Gabriele Rubbio-Internicola, nonchè rappresentanti della storica famiglia, che da secoli custodisce la proprietà di Torre Doria.

Il monumento del 16° secolo, risalente alla dominazione spagnola in Sicilia, è attualmente al centro di un enorme lavoro di riqualificazione e valorizzazione, iniziato dagli Internicola durante l’estate 2021 e ripreso, in maniera più intensiva, nella stagione tuttora in corso, che prevede l’apertura al pubblico di un percorso intriso di storia e bellezze naturali, come quelle dei Faraglioni di Scopello. “Crediamo che la migliore imprenditoria turistica sia quella che riesce a donare un’esperienza più umanamente significativa e multidimensionale possibile a coloro che ne fruiscano. In questo senso abbiamo recentemente ospitato una rappresentazione teatrale, sotto le stelle, al bagliore della luna nuova e ai piedi della Torre, sul tema dell’incontro-scontro tra la cultura araba e normanna in Sicilia, che ha sortito un clamoroso quanto inaspettato successo. Stiamo attualmente lavorando ad ulteriori appuntamenti di carattere ludico-culturale, che annunceremo nei prossimi giorni sui nostri social” – aggiungono i proprietari di Torre Doria.

L’evento del 22 Luglio prossimo gode del patrocinio del comune di Castellammare del Golfo. Tra gli altri enti sostenitori: il club UNESCO Palermo, FIDAPA BPW Italy Distretto Sicilia, e il Gruppo Ricercatori Storici Sicilia Occidentale.

L’ingresso al pubblico è gratuito, fino ad esaurimento posti.

ULTIME NOTIZIE

ATTUALITà

OPINIONI

Scrivi a Marsala Live

GIRA VOTA E FIRRIA

società

Seguici su